Cerca

Dem in ascesa

Renzi, alla Leopolda debuttano i volti nuovi del Pd

Silvia Fregolent e Matteo Renzi

Silvia Fregolent e Matteo Renzi

Sono rimasti fuori dalla segreteria pur essendo renziani della prima ora, hanno continuato a lavorare per la causa più o meno nell'ombra, hanno tessuto relazioni e hanno portato a casa risultati. Adesso è arrivato il momento della riscossa, il momento del riconoscimento pubblico direttamente dal leader del Pd. Matteo Renzi li farà salire con lui sul palco della Leopolda in programma da venerdì prossimo fino a domenica affidando loro il coordinamento dei tavoli e la co-conduzione dei lavori. Chi sono queste new entry? Silvia Fregolent, deputata dem torinese, con la quale il premier è stato pizzicato in atteggiamenti teneri (guarda la foto); Luigi Famiglietti, deputato campano; Edoardo Fanucci, onorevole toscano e giovanissimo; e Lorenza Bonaccorsi, romana, allieva di Gentiloni, già nella segreteria. E' chiaro che Matteo Renzi non fa niente a caso. Di certo c'è che il ruolo che è stato affidato loro nell'ultima Leopolda ha portato fortuna a chi li ha preceduti: da Pippo Civati a Matteo Righetti, ricorda il Fatto, da Giorgio Gori a Davide Faraoni, a Maria Elena Boschi. Dove arrivaranno i quattro nuovi volti del renzismo non ci è ancora dato a sapere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Royfree

    26 Ottobre 2014 - 00:12

    Autoeletto a Premier addirittura ora stabilisce la fine del mandato. Quando per la strada, dai giornali e dai politici sento parlare di Democrazia mi sganascio dalle risate. In pratica si identificano nella democrazia più i delinquenti e corrotti che i cittadini comuni. Molti credono che per risolvere i problemi dell'Italia c'era bisogno di una sana dittatura. Bene, sono d'accordo. Ma ditelo.

    Report

    Rispondi

blog