Cerca

L'affondo

Ebola e razzismo, Cécile Kyenge contro Salvini e Lega Nord: "Impuniti professionisti dell'odio, la politica li fermi"

Ebola e razzismo, Cécile Kyenge contro Salvini e Lega Nord: "Impuniti professionisti dell'odio, la politica li fermi"

Toghe, politica e Unione Europea unite insieme contro la Lega Nord. E' la speranza di Cécile Kyenge, ex ministro dell'Integrazione del governo Letta e ora europarlamentare del Pd, che sul suo blog su HuffingtonPost.it parte all'attacco di Matteo Salvini e Carroccio. La Kyenge, ricorda sibillina in chiusura, è coinvolta nel processo contro il senatore padano Roberto Calderoli. Presto arriverà la sentenza che "costituirà un precedente storico", perché, spiega l'ex deputata di origine congolese, stabilirà "se dire che un avversario ha le sembianze di un orango sia normale dialettica politica o reato". Ma la giustizia non basta. Serve, piuttosto, una mobilitazione dell'Europa tutta contro i barbari leghisti. 

Ebola, salute e razzismo - "Ieri a Strasburgo - affonda la Kyenge - l'alleanza nazional-secessionista di Lega Nord e Front National ha riproposto l'ennesimo aberrante condensato di luoghi comuni e dichiarazioni xenofobe". Qual è la frase sotto accusa? Questa qui, di Marine Le Pen e Salvini: "Per scongiurare facili e controproducenti allarmismi circa le reali possibilità di diffusioni in Europa del virus Ebola serve una risposta ferma e responsabile da parte delle autorità europee e internazionali". Bene, secondo la Kyenge queste parole fomentano il razzismo insieme all'allarmismo sul virus Ebola. "Il risultato, voluto, è quello di aumentare il malessere sul quale questo partito trae gran parte dei propri consensi", commenta la Kyenge, dimenticando però che l'allarme sul virus Ebola è arrivato nelle ultime settimane da autorità non tacciabili di simpatie per il Carroccio, dalle Nazioni unite all'Oms. Eppure, "la costante e martellante diffusione dell'allarme che la Lega Nord opera ormai da anni ha diffuso la cultura dell'odio in modo talmente capillare, che assistiamo ad episodi come quello che ha visto protagonista una bambina italiana di tre anni, respinta a scuola nei giorni scorsi, in seguito ad un viaggio in Uganda, a causa della paura irrazionale di un gruppo di genitori, intimoriti dal virus ebola". Colpa della Lega, insomma. Ed è colpa della Lega anche il pestaggio di una giovane guineana di 26 anni, sempre a Roma. Figurarsi cosa pensa Cécile dello scontro in tv tra Khalid Chaouki e lo stesso Salvini, che ha invitato il giovane deputato del Pd di origine marocchina "a farsi eleggere in Africa". 

 

 

"Impuniti professionisti dell'odio" - "Quelle persone - scrive la Kyenge, riferendosi ai leghisti - continuano a trovarsi nella stessa posizione di prima, impuniti, pronti a raccogliere la prima occasione per diffondere la loro cultura di odio, da professionisti, consapevoli dell'inconsistenza delle proprie proposte". "Il ruolo di rappresentante delle istituzioni - è la conclusione - non può essere una licenza per la libera istigazione all'odio". Perché la politica, suggerisce, deve unire e non dividere. I leghisti e chi chiede di regolamentare l'immigrazione no, loro meglio lasciarli da parte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lucky52

    27 Febbraio 2015 - 10:10

    Purtroppo in questo povero paese che è diventato l'Italia stanno prendendo sempre più piede le arroganze di questi extracomunitari che giorno dopo giorno hanno occupato l'Italia complice l'alto tradimento della sinistra che non sa vedere al di là del proprio naso. Occupano le ns. case, hanno farmaci gratis che inviano ai loro paesi, sanità gratis, voucher e noi italiani destinati a morire di stent

    Report

    Rispondi

  • gfbaldo

    27 Febbraio 2015 - 01:01

    adesso basta con queste foto della scimmia , e vero abbiamo un parlamento degno di un terzo meglio di un quarto mondo

    Report

    Rispondi

  • cuciz livio

    26 Febbraio 2015 - 22:10

    Millenni di cannibalismo hanno prodotto questo primate .La chiameremo Rosy in onore della passionaria bianca del ,DC,PPI,UDC,NCD,DS,PDUP,PD.

    Report

    Rispondi

  • aldo42

    06 Febbraio 2015 - 14:02

    Che brutta faccia, che scorfano, e c'è chi le ha dato il voto !! Qui non si tratta di razzismo, ma di schifo alla vista di tanta sporcizia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog