Cerca

La risposta di katainen

Legge di stabilità, l'Europa promuove l'Italia dopo la correzione

Legge di stabilità, l'Europa promuove l'Italia dopo la correzione

Dopo la lettera di ammonimento e la risposta del ministro Pier Carlo Padoan arriva il semaforo verde della Commissione europea alla legge di stabilità italiana. Le correzioni annunciate dal governo nella lettera resa pubblica ieri, inviata dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan al vicepresidente dell'esecutivo Ue Jyrky Katainen hanno convinto Bruxelles che domani quindi non adotterà alcun opinione sul nostro documento di bilancio. "Non si rilevano - si legge nel comunicato ufficiale del portavoce del commissario agli Affari Economici, Simon O'Connor - gravi violazioni che ci spingerebbero ad adottare un'opinione negativa in questa fase". Arriva anche il via libera per la Francia che quindi scampa per un soffio la temuta bocciatura.

Le modifiche - Per l'Italia però non sarà facile rispettare gli impegni presi. La palla passa ora in mano alla nuova Commissione, che entro il prossimo 30 novembre dovrà adottare le raccomandazioni relative ai singoli Paesi. Altri rilievi, anche pesanti, potranno arrivare quindi dai nuovi giudizi con la firma, questa volta, non più di José Barroso ma di Jean Claude Juncker. Ora Renzi insieme a Padoan dovrà modificare il testo in Cdm. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog