Cerca

Dietrologie

Susanna Camusso: "Operai picchiati? Non è un caso, c'è stato un ordine"

Susanna Camusso

Una giornata di fuoco, a Roma, resa ancor più incandescente gli scontri tra polizia e gli operai della Thyssen di Terni: quattro di loro, feriti, sono finiti in ospedale. Lo scontro tra governo e sindacati, dunque, si sposta nelle piazze, e ciò accade una manciata di minuti dopo lo scambio infuocato tra la piddina Pina Picierno e Susanna Camusso, con la prima che accusava la segretaria generale della Cgil di essere stata eletta con tessere false. A Il Fatto Quotidiano, la Camusso spiega di non voler commentare le parole della Picierno, ma è un fiume in piena sugli scontri della viglia. La sindacalista rossa premette: "E' gravissimo quello che è accaduto ieri a Roma". Dunque, spiega di aver detto ad Angelino Alfano, ministro dell'Interno, che "chiediamo al governo di risponderne. Gli ho detto che occorre molta attenzione perché in una situazione così difficile non si sa dove si va a finire". Dunque, la Camusso, si presta a non meglio definite dietrologie, e afferma riguardo alla carica della polizia: "C'è stato un ordine esplicito. Stupisce sempre, del resto, che queste cose possano avvenire per caso. Ci deve essere un ordine. Ma le manifestazioni pacifiche non possono essere trattate in questo modo. Non voglio fare dietrologia però abbiamo chiesto di convocare il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica in modo da rendere esplicita una direttiva su quale deve essere il comportamento delle forze dell'ordine". Per Camusso, dunque, quelle botte agli operai non sono state "un caso". Dietro, insomma, ci sarebbe l'ordine "di qualcuno". Ma di chi?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pinodipino

    30 Ottobre 2014 - 18:06

    La Camusso e' a capo del più grande sindacato italiano, che ha una grande storia in difesa dei diritti dei lavoratori, nella sua posizione non può dire cose tanto gravi senza documentarle, se è in grado di farlo lo deve fare subito, lo deve anche e soprattutto ai suoi iscritti, altrimenti si deve dimettere. VOGLIAMO SAPERE LA VERITÀ !!!

    Report

    Rispondi

  • pinodipino

    30 Ottobre 2014 - 17:05

    La Camusso in due giorni ha detto due cose GRAVISSIME la prima che Renzi è stato messo a capo del Governo dai POTERI FORTI la seconda che qualcuno ha dato ordine alla polizia di picchiare i manifestanti, cose di tale gravità vanno suffragate da fatti, se lei li conosce deve parlare, tutti gli italiani vogliono sapere, se non ha le prove deve chiedere scusa a tutti. DEVE PARLARE SUBITO!!!

    Report

    Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    30 Ottobre 2014 - 17:05

    Ha ragione la Camusso, non è stato un caso ma una certezza: non si sopportano più i fancazzisti, i presuntuosi sindacalisti che vivono sulle spalle dei lavoratori e non rappresentano nulla se non i propri interessi. Andate a lavorare e restituite tutti i soldi rubati ai lavoratori. Per ora siete ancora in tempo, poi dovrete correre.

    Report

    Rispondi

  • giuseppe.diso

    30 Ottobre 2014 - 17:05

    Mi sembra tanto la trama del film "Diaz-Non pulire questo sangue".

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog