Cerca

Padani contro

La Lega Nord si spacca, congiura a cena contro Salvini

La Lega Nord si spacca, congiura a cena contro Salvini

Evidentemente non importa molto che la Lega Nord stia guadagnando consensi da quando la leadership è passata nelle mani di Matteo Salvini se è vero, come sembra, che ci sia stata una cena segreta a cui Salvini non è stato invitato. Al tavolo, riporta il Corriere della Sera, erano seduti Flavio Tosi e alcuni leghisti eletti della Lista Maroni

Pare che i maroniani abbiano promesso sostegno al sindaco di Verona nella creazione in Lombardia dei cosiddetti "fari", i comitati della fondazione "Rifondiamo il Paese" che appoggia la candidatura di Tosi come premier nelle future - e per ora solo promesse - primarie del centrodestra. Ed è quindi normale che se i maroniani, che dovrebbero stare dalla parte di Salvini, sostengono il suo più grande avversario, il grande escluso si arrabbi. Pare che sia furibondo e che un lumbard a lui molto vicino abbia detto: "La Lega è Salvini, sua la linea politica. Strategie passate sono scadute e non valgono nulla. Stop".   

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lellagalli

    02 Novembre 2014 - 11:11

    Ma lo sapete che il PETTEGOLEZZO è un PECCATO MORTALE ??? Fate schifo! Che Dio fulmini i DIFFAMATORI !!!

    Report

    Rispondi

  • california80

    01 Novembre 2014 - 15:03

    quanta dietrologia per una cena!

    Report

    Rispondi

  • alvit

    01 Novembre 2014 - 13:01

    Non si riesce a capire la lotta interna in uno stesso partito. Purtroppo la Lega non è come il partito komunista, dove gli elettori sono decerebrati e senza nerbo. Loro possono assistere alla faida, tanto poi rimane tutto come prima e i loro leader possono riprenderli per i fondelli. Se ci sarà lotta, sarà solo una perdita di voti.

    Report

    Rispondi

    • wilegio

      wilegio

      01 Novembre 2014 - 22:10

      Non si riesce a capire, semplicemente perchè non c'è niente da capire, se non il fatto che i partiti storici, di fronte all'assalto di nuove forze politiche che stanno crescendo nei consensi, fanno fronte comune per cercare di sputtanarli. Così hanno fatto con grillo (che ci ha anche messo del suo) e adesso ci provano con la Lega, ma qui troveranno pane per i loro denti.

      Report

      Rispondi

  • fausta73

    01 Novembre 2014 - 13:01

    I partiti ( parlo di tutti) non hanno ancora capito che se si spaccano muoiono. Fra i due io preferisco Salvini.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog