Cerca

Il retroscena

Le condizioni di Napolitano per rinviare le dimissioni

Le condizioni di Napolitano per rinviare le dimissioni

Potrebbe convincersi a rimandare di qualche mese le dimissioni Giorgio Napolitano. Potrebbe, a determinate condizioni. Innanzitutto a patto che Matteo Renzi dimostri con azioni politiche concrete, con i fatti, che il Partito democratico tiene, è compatto, poi, in secondo luogo, che si facciano le riforme. 

A partire dalla legge elettorale. "Ecco perché sull'Italicum dobbiamo andare ancora più veloci", ha detto il premier. "Va assolutamente approvato al Senato entro Natale in aula, non solo in commissione". Se si riuscisse in questo intento allora Napolitano potrebbe convincersi a spostare di qualche settimana le dimissioni per firmare la nuova legge elettorale.

Poi c'è il Jobs act. Renzi sta lavorando con la minoranza del Pd per trovare un'intesa in modo da dimostrare anche a Berlusconi che la coalizione di governo è autonoma e forte tanto, riporta Repubblica, che Renzi è disposto a "seppellire il patto del Nazareno. Un altro rinvio non è possibile".    

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ego1

    11 Novembre 2014 - 17:05

    Napolitano non mi piace per niente; ma, con lo scadentissimo personale politico che ci ritroviamo, il rischio è che ne arrivi uno peggiore di lui.

    Report

    Rispondi

  • Estero1

    11 Novembre 2014 - 17:05

    Altro che condizioni,fuori dai coglioni,comunista

    Report

    Rispondi

  • cartonito

    11 Novembre 2014 - 16:04

    SELENIkos al grandissimo presidente ti riferivi all'altezza ????

    Report

    Rispondi

  • dadorso65

    11 Novembre 2014 - 16:04

    il primo a vendere aria fritta è proprio Napolitano che ha continuato a tenere in piedi sto teatrino del PD

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog