Cerca

Retroscena

Die Zeit: "Draghi via dalla Bce, arriva un fedelissimo della Merkel, e lui va al Quirinale"

Die Zeit: "Draghi via dalla Bce, arriva un fedelissimo della Merkel, e lui va al Quirinale"

Un terremoto in Europa. Un vero e proprio ribaltone a Francoforte che può investire pure l'Italia. Si tratta di un giro di poltrone che potrebbe spodestare Mario Draghi dalla Bce e condurlo al Colle per il dopo Re Giorgio. L'indiscrezione su un possibile addio de presidente della Bce all'Eurotower arriva proprio dalla Germania. Il settimanale "Die Zeit" non usa gira di parole e così con un titolo a tutta pagina scrive: "Mario Draghi si trasferisce a Roma?". Un retroscena, quello che arriva dalla Germania pieno di particolari. A prendere il posto di Draghi nell’Eurotower sarebbe il finlandese Erkki Liikaner, ex commissario europeo, fedelissimo della cancelliera. E per la congiura anti-Draghi c’è pure una data: primavera 2015, appena dopo l’approvazione delle riforme istituzionali. In Germania sono convinti che Silvio Berlusconi non accetterà un candidato targato Pd e che i 5stelle ripeteranno il copione dell’altra volta, non parteciperanno ad alcuna trattativa e nei fatti si escluderanno.

La congiura anti-Draghi - Così la campagna contro il presidente della Bce lanciata da Die Ziet è una sorta di piano con due assit per la Germania: il primo prevede il pieno controllo da parte della Merkel della Bce e anche un Draghi al Colle come "tutor" di Renzi. La rabbia crucca contro la Bce nasce dalle ultime mosse della banca centrale. Il governo tedesco, come ricorda Italia Oggi, è contrario al piano di acquisto di titoli cartolarizzati proposto da Draghi, duramente contestato dal ministro delle Finanze, Wolfgang Schäuble: "Non sono particolarmente contento dell’acquisto dei titoli cartolarizzati da parte della Bce. Bisogna agire con prudenza anche per evitare conflitti di interesse o parvenze di conflitti di interesse tra politica monetaria e vigilanza, che devono essere rigorosamente separate all’interno della Bce".

Tensione Bce-Berlino - A questo quadro si aggiungono le ultime parole di Draghi che ha dichiarato come "le politiche di austerity e le correzioni alle manovre siano un freno per la crescita". Proprio quelle mosse che chiede da tempo la Germania. Insomma le grandi manovre a Berlino sono già cominciate. L'obiettivo è chiaro: prendersi in colpo solo la Bce e Roma...


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • a.iacopetti

    18 Novembre 2014 - 18:06

    .....dopo che per due volte ci hanno provato con carri armati cannoni e bombe, ora ci provano con l'economia producendo gli stessi danni di una guerra combattuta !!! Quando lo capiranno in Europa, non solo in Italia, che questi hanno nel loro DNA il "Deutscheland uber Alles" ??????

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    18 Novembre 2014 - 13:01

    La nomina di Draghi alla Bce è stato il più grande regalo fatto all'UE da Berlusconi. Cruccolandia avrebbe voluto al suo posto Weidman, e l'UE sarebbe andata alla rovina.E' da anni che cercano di liberarsi di Draghi e, per fortuna, non ci sono ancora riusciti. Draghi sarebbe un ottimo Presidente della Repubblica, ma è essenziale alla Bce per contrastare le ruberie di cruccolandia!!!

    Report

    Rispondi

  • Il Popolo

    18 Novembre 2014 - 11:11

    Riappropriamoci velocemente della nostra sovranità monetaria o la Germania vincerà la 3a guerra in Europa. Ma questa vola non ci sarà nessuno a contrastarla.

    Report

    Rispondi

    • acstar

      18 Novembre 2014 - 12:12

      Bravo, condivido! Se Salvini ce la farà e usciamo prima noi da questa maledetta moneta, la "culona" rimane ....seconda! Se non ce la fa, allora scappiamo perché sarà guerra !

      Report

      Rispondi

  • CARLINOB

    18 Novembre 2014 - 09:09

    Certo che avere Draghi al Colle sarebbe per l'Italia una gran cosa : con tutti i nani per cultura e capacità che abbiamo oggi in parlamento sarebbe un gran cosa ( Rimpiango uno bravo ed intelligente come Cottarelli ) . Pensare a che razza di zotticoni , furbi ma zotticoni che abbiamo oggi come leaders : Salvini , lo stasso Renzi , Gasparri , Berlusconi stesso , le Ministre a parte la Madia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog