Cerca

Il retroscena

Matteo Renzi: ecco perché non vuole andare a votare

Matteo Renzi visto da Benny

Mentre Silvio Berlusconi spinge per il voto, il  ragionamento di Matteo è l'esatto opposto. Il presidente del Consiglio  ha tutto l’interesse a rinviare le elezioni. Sia perché in questo momento il suo consenso è in picchiata (per gli scontri con i sindacati ma anche perché alle parole non sono ancora seguiti fatti). L’ultimo sondaggio Ixé realizzato per Agorà infatti ha calcolato la perdita di sei punti percentuali in un mese.

La strategia - Renzi ha bisogno di concretizzare il programma di governo per riacquistare consensi e, per farlo, ha bisogno che il Patto del Nazareno regga. E poi se si votasse adesso, si andrebbe alle urne con il Consultellum, cioè con quel proporzionale che invece fa comodo a Berlusconi. A Renzi non conviene diventare premier, ottenere il consenso con il 37% dei voti, e impaludarsi in estenuanti trattative per costituire - come la definisce Salvatore Merlo su Il Foglio – una “maggioranza spuria di governo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • moranma

    22 Novembre 2014 - 19:07

    ridicoli come sempre: Renzi ha paura delle elezioni! e chi vorrebbe andare al voto, FI? ma lo sapete che avete un terzo dei voti del PD e che se volete avere una minima pssibilità di contare qualcosa nel prossimo parlamento vi dovete alleare con la destra estrema (ormai così è) della Lega e che così perderete tutti i moderati che sono rimasti fedeli a Berlusconi?

    Report

    Rispondi

  • Giumaz

    22 Novembre 2014 - 13:01

    Silvio porta pazienza. Più si tarda a votare più cala il consenso a questo premier inetto, ed al suo governo di buoni a nulla.

    Report

    Rispondi

blog