Cerca

La rilevazione

Regionali in Emilia Romagna affluenza in calo

Regionali in Emilia Romagna affluenza in calo

Paura per il Pd: il più grosso timore, quello dell'astensionismo, si sta materializzando. È del 10,75%, l’affluenza alle urne in Emilia Romagna, alle ore 12, per le elezioni regionali. Il prossimo dato è previsto per le ore 19 e, successivamente, il definitivo delle ore 23.  Alle precedenti elezioni, quando si votò però anche il lunedì, l’affluenza alle urne alla stessa ora era stata del 12,9%.In Calabria invece è più alto il numero di elettori che entro mezzogiorno sono andati alle urne: qui è dell’8,85% l’affluenza registrata alle  12 per l’elezione del presidente della Giunta e del Consiglio regionale. In particolare nella provincia di Catanzaro è stata del 9,02, Cosenza 9,46%, Crotone 8,17%, Reggio Calabria 8,31%, Vibo Valentia 8,22%. Le urne rimarranno aperte fino alle 23.

Incubo non voto -  In via del Nazareno avevano messo in conto la possibilità di un calo degli elettori, tuttavia il calo dovesse essere significativo è un segnale chiarissimo per il partito. Una sorta di test.  In una regione rossa come l’Emilia rappresenterebbe la spia che il partito sta perdendo l’ala sinistra del suo elettorato. Rischio che al Nazareno tengono ben presente, consapevoli che i frontalì con la Cgil e l’abbraccio riformista con Silvio Berlusconi possono essere stati mal digeriti dalla base.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    25 Novembre 2014 - 18:06

    E invece doveva temere proprio il PDL/FI, il cui risultato é stato disastroso:4° partito

    Report

    Rispondi

  • rocc

    23 Novembre 2014 - 16:04

    ma perché scrivere nell'articolo "paura per il Pd"? il Pd vincerà certamente, perché il comunismo è nel dna degli emiliani-romagnoli, come dei toscani, umbri, ecc. In Calabria il Pd vincerà perché il centrodestra come al solito si presenta diviso (quant'è cretino il centrodestra a presentarsi diviso ogni volta che unito avrebbe qualche chance di vincere!)

    Report

    Rispondi

  • spalella

    23 Novembre 2014 - 16:04

    ci vuole l'Alternanza del Potere, e questa alternanza deve essere soprattutto DISCONTINUITA' Culturale e Ricambio Totale delle Classi Dirigenti che sono dirigenti Politici quindi Cittadini PRESTATI Temporanemente alla politica. La Gente in Emilia si renda conto che cambiare Partito e Criteri SAREBBE A PROPRIO VANTAGGIO. Spezza le mafie pluridecennali, Migliora le Regole Truffa di questo paese

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    23 Novembre 2014 - 16:04

    Il mal digerito : RENZI con la sua parlantina capace solo di mettere balzelli da per tutto e NON FARE ALCUN CHE di positivo. Colpa del "PINOCCHIO NAZIONALE" !!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog