Cerca

Battibecco

Regionali, le reazioni di Salvini e Renzi: è già sfida per le politiche

Regionali, le reazioni di Salvini e Renzi: è già sfida per le politiche

Dopo il risultato del voto in Emilia Romagna due cose sono chiare: il Pd di Matteo Renzi ha perso buona parte dell'elettorato "rosso" e la Lega Nord di Matteo Salvini si candida ad essere il primo partito nel centrodestra. Ma da questo turno elettorale emerge un'altra verità: molto probabilmente se si votasse oggi per le politiche il duello sarebbe tra il premier Renzi e il leader del Carroccio. E così la battaglia è già cominciata a colpi di tweet. A provocare è Renzi che scrive: "Vittoria netta, bravissimi @sbonaccini e @Oliverio_MarioG Massimo rispetto per chi vuole chiacchierare.
Noi nel frattempo cambiamo l'Italia".

"Pallone gonfiato" - Subito pronta la risposta di Salvini: "Il pallone #Renzi si sta sgonfiando. La #Lega vola, la nostra Comunità cresce ovunque. Pochi amici fra i potenti, tanti Amici fra la gente". Ma lo scontro non finisce qui. Renzi ribatte ancora: "Se loro stanno arrivando, noi aspetteremo. Mentre il centrodestra discute della propria situazione noi cambiamo l'Italia. Dopo 20 anni di fallimenti, anche della Lega, Noi lavoriamo per il Paese e alle elezioni si vedrà chi è più forte". Infine a chiudere il battibecco arriva Renato Brunetta che chiosa: "Stai sereno, Matteo. Stai sereno. Contento tu...". Insomma ormai il premier teme un flop clamoroso alle politiche. Salvini è pronto per la scalata...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Sting

    25 Novembre 2014 - 11:11

    Chi non ha votato in Emilia sono il vero ago della bilancia, delusi non hanno dato peso politico alla loro sinistra per una pura riflessione di coscienza, sottovalutare chi non vota e da sbruffoni e arroganti, Renzi con questi atteggiamenti dimostra come il suo PD, piace vincere facile, se possibile eliminando gli avversari, ricordatevi che siamo sotto dittatura, istituzionale e giudiziale

    Report

    Rispondi

    • Utnapitsim

      Utnapitsim

      26 Novembre 2014 - 13:01

      La magistratura italiana e' composta da un mucchio d'infiltrati politici di sinistra,e' inefficiente e sopratutto autoreferenziale e pertanto in grado di distruggere gli avversari politici votati democraticamente. Siamo quindi in una dittatura giudiziale.Sono d'accordo.Ma una maggioranza di italiani non e' convinta di questo,cosi' Renzi puo' continuare a fare annunci senza realizzarli.

      Report

      Rispondi

  • Sting

    25 Novembre 2014 - 11:11

    Pinodipino fai una analisi approfondita del perché l'Italia e in queste condizioni, senza usare i soliti luoghi comuni, fatti solo per ripetere all' infinito tipo i pappagalli, tutti sono sono causa di questi mali, Italiani e politici compresi, mafie, lobby, una infinita' di interessi del sistema marcio, che nessuno riesce a sconfiggere, Berlusconi Renzi compresi, il sistema Italia e da cambia

    Report

    Rispondi

  • RaidenB

    24 Novembre 2014 - 20:08

    Per chi avesse dei dubbi sulla sanità mentale del dittatore, basta leggere quello che ha scritto. Prendere il 40 % del 40 % della popolazione vuol dire non aver preso nemmeno il 20 % dei voti del popolo. Solo un ebetino può gioire di perdere migliai di voti in una roccaforte rossa famosa per i suoi brogli elettorali.

    Report

    Rispondi

  • gianc46

    gianc46

    24 Novembre 2014 - 15:03

    Mi sà tanto che " staiserenoRenzi" incominci ad intravedere a distanza qualche nuvolone nero ! Come è stato dimostrato,in Italia il clima stà cambiando e le calamità si abbattono quando meno te lo aspetti ! Questo magari non sarà il suo caso ma.... non si sà mai !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog