Cerca

L'ultima rilevazione

TgLa7, il sondaggio Emg per Mentana: Renzi e Pd giù del 2%, salgono Salvini e Forza Italia

TgLa7, il sondaggio Emg per Mentana: Renzi e Pd giù del 2%, salgono Salvini e Forza Italia

"L'affluenza? Un fatto secondario". Il premier Matteo Renzi guarda il bicchiere mezzo pieno dopo la vittoria dimezzata alle regionali in Emilia Romagna e Calabria: il Pd ha messo la bandierina dei suoi due governatori, ma al prezzo di oltre 700mila voti persi rispetto alle Europee dello scorso maggio, a testimonianza di un clima di disillusione e malcontento anche in una regione storicamente "rossa" e fedele al partito erede del Pci. Renzi, come detto, ha preferito fin da subito festeggiare senza stare troppo a sottilizzare. Forse, però, a inquietare Renzi ci penserà il tradizionale sondaggio del lunedì del TgLa7 di Enrico Mentana. La rilevazione Emg conferma i dati delle urne e anzi, proiettandoli a livello nazionale, regala qualche dettaglio in più.

Salvini nella scia di Renzi - Il destino di Renzi e Pd sembra ancora una volta andare a braccetto: il leader perde il 2% di fiducia (scendendo al 35%) mentre i dem calano dell'1,9% fissandosi al 37,9 per cento. Una flessione che porta il centrosinistra al 43,1% (-1,5%), mentre il centrodestra avanza al 32,9% (+1,3%). Decisiva la scalata della Lega Nord e la risalita di Forza Italia. Da un lato Matteo Salvini continua a mangiare terreno a Renzi (21% di fiducia come leader, +1%, contro il 16% di Silvio Berlusconi, il 15% di Giorgia Meloni, il 14% di Beppe Grillo e il 12% di Angelino Alfano), dall'altro il Carroccio si conferma all'11,4% (+0,6%) mentre Forza Italia va al 14,9% (+0,5%). Male, ancora, Ncd-Udc (al 3,2%, -0.2%) e soprattutto il Movimento 5 Stelle sceso sotto il 20%: il sondaggio di Mentana ora dice 19.6%, -0,8% rispetto all'ultima rilevazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    25 Novembre 2014 - 11:11

    Ora, capisco che per molti, ancora immaturi, le elezioni sono una sorta di derby sportivo e che la "vittoria" sull'avversario (nemico) è prioritaria anche rispetto a uno straccio di programma e alla competenza, ma come si fa a far finta che le elezioni in emilia nn rappresentino qualcosa di nuovo? Un fatto secondario? No, è un fatto centrale x la democrazia. Far finta di nulla è ridicolo!

    Report

    Rispondi

  • etano

    25 Novembre 2014 - 10:10

    E' una querelle insulsa quella delle elezioni perché i sinistracciari vanno a votare per i loro idoli di cartapesta solo perché hanno timore che F. Italia, Lega, Fratelli d'Italia e altre forze minori della coalizione vadano al potere. Il loro credo da caproni sinistravolti è: affondiamo, moriamo di fame, veniamo invasi e sterminati dalla feccia marcia extracomunitaria ma governa la sinistra!

    Report

    Rispondi

  • burago426

    25 Novembre 2014 - 08:08

    per Tania Cardoso.... ma lo sai che il M5s non offre posti di lavoro negli enti pubblici, o chiedere appalti? Queste sono cose importanti per quelli che sono andati a votare. Sono voti clientelari. Ognuno ha un desiderio che un partito forte glielo esaudisce, fregandosene del prossimo, sì, proprio quelli che si definiscono sociali, ma quando c'è il denaro gliene fregano degli altri.

    Report

    Rispondi

  • burago426

    25 Novembre 2014 - 08:08

    ma che ragionamenti fanno questa gente emiliana,o comunista o niente? Ma a loro le tasse gli fanno il solletico? Ma hanno capito cosa vuol dire, uno Stato sociale? Vuol dire che se 10 lavorano ed uno perde il lavoro, 9 si fanno carico della persona che ha perso il lavoro, ma nello stesso tempo faranno di tutto per distribuire il lavoro con lui. Invece qui intendono, assistere i fannulloni a vita.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog