Cerca

La strategia del Cav

Berlusconi in pressing su Tosi per spaccare la Lega

Berlusconi in pressing su Tosi per spaccare la Lega

Dopo la legnata presa alle regionali e il sorpasso della Lega Nord in Emilia Romagna, Silvio Berlusconi ha una strategia: provocare una scissione all'interno del Carroccio mettendo Flavio Tosi, sindaco di Verona, contro il segretario del partito Matteo Salvini. Del resto, un anno e mezzo fa Tosi e Salvini avevano siglato un patto di fronte a Roberto Maroni secondo cui Tosi si sarebbe candidato alla primarie del centrodestra in vista di una sua leadership e Matteo sarebbe rimasto segretario magari puntando a una poltrona di sindaco prestigiosa come quella di Milano. Ma ora la situazione è cambiata e il patto di fronte a un tale successo per Salvini non ha più senso. 

Nelle ultime ore, riporta il Messaggero, il Cavaliere vuole quindi alimentare la tensione fra i due aspiranti leader e si sta appellando a Umberto Bossi e a Roberto Maroni: "Salvini si è montato la testa", avrebbe detto l'ex presidente del Consiglio, "cercate di farlo tornare in sé. Da solo dove va?". La domanda è legittima. La Lega infatti ha avuto un successo straordinario ma non tale da poter correre da sola. Il leader lumbard però sta andando contro tutto e tutti, contro Arcore e Palazzo Grazioli in primis, forte del suo consenso.   

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Milanesone

    27 Novembre 2014 - 10:10

    Anziché spaccare la Lega farebbe bene a pensare a rimettere insieme quel che resta della sua armata Brancaleone. Se poi decidesse veramente di stare dietro le quinte, penso che per il centro destra sarebbe gioco facile vincere le elezioni. Il capo lo sceglieremmo con le primarie, parola che al Berlusca fa venire l' orticaria. T' e capii.

    Report

    Rispondi

  • routier

    25 Novembre 2014 - 17:05

    Se fosse vero sarebbe l'ennesimo errore politico di Berlusconi. Ma in Forza Italia non c'è qualche stratega con un po di sale in zucca ?

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    25 Novembre 2014 - 17:05

    Ma pensi ai pochi frantumi rimasti del suo partito e si renda conto che il suo vero nemico sta nel pd e non nella Lega. Povero, patetico, vecchio rincoglionito che non vuole ammettere di essere ormai alla fine.

    Report

    Rispondi

    • feltroni ve le suona ancora

      26 Novembre 2014 - 15:03

      Noi ve lo diciamo da anni e voi a ogni obiezione ripetevate la frasetta "e Penati?" Mannaggia a voi, io vi porterei dal veterinario per l'ultima iniezione. Saluti da Lione...

      Report

      Rispondi

    • ugomariani

      26 Novembre 2014 - 15:03

      non so se sei giovane o vecchio, ma dal tuo commento mi sembri rincoglionito anche tu

      Report

      Rispondi

  • framan70

    25 Novembre 2014 - 17:05

    Berlusconi ha umiliato gli elettori di centrodestra con festini, minorenni nipoti di Mubarak, dudù, Luxurie e patti del Nazareno; in vent'anni non ha riformato seriamente nulla; ora, a quasi ottant'anni, smetta di giocare sulla nostra pelle e lasci il campo all'unico leader che abbiamo: Matteo Salvini.

    Report

    Rispondi

    • ugomariani

      26 Novembre 2014 - 15:03

      Ha gravi colpe Berlusconi , peccati di omissione. Primarie,primarie, primarie! Sempre votato Silvio, ma questa volta voto Tosi, o Meloni, o Fitto.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog