Cerca

Minoranza dem

Civati a Bechis: "Matteo ha accusato il colpo, urne più vicine"

Civati a Bechis: "Matteo ha accusato il colpo, urne più vicine"

Ufficialmente Renzi fa spallucce di fronte all’astensione record delle regionali. "Ma io lo conosco bene e invece ha accusato il colpo", assicura in un’intervista alla web tv di Libero Pippo Civati, oggi nella minoranza Pd.

Crede sia solo propaganda del giorno dopo quella del premier?

«Secondo me ha colto benissimo quel segnale di chi si è astenuto: oggi il voto anticipato è molto più vicino di ieri alla stessa ora. C’è ormai la consapevolezza che una campagna così forsennata debba avere dei tempi molto stretti. Non è che può durare all’infinito, altrimenti io così svengo e mi consegno al nemico. Lo dico con il sorriso, ma è così...».

E che risolve Renzi con il voto subito? Ha anche un gran caos di leggi elettorali...

«Questo l’avevo detto subito: era urgente fare una nuova legge elettorale, e rimandare poi le riforme al nuovo parlamento. Adesso hanno scoperto che l’Italicum vale solo per la Camera. Ma due anni per attendere la riforma costituzionale non sono proprio resistibili».

Che cosa hanno voluto dire al Pd gli emiliani che se ne sono stati a casa?

«Che sono disillusi e non capiscono dove si collochi il Pd, se è ancora un partito di centrosinistra o no...».

Avrebbero potuto andare a votare e scegliere qualcun altro.

«Non poteva esserci un cambio così immediato, tanto più nell’elettorato Pd. Uno fa un passo indietro e si astiene, mica passa a votare altro. Poi sono persone che credono nel Pd, come me. Non hanno il partito che avevano sognato, ma sono gente di partito, vogliono un grande partito: sono emiliani...».

di Franco Bechis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • seve

    26 Novembre 2014 - 14:02

    Con tutto questo ciarpame di ladri e di coglioni , dove volete che vada l'Italia? sarà perennemente in crisi .Sono stanco di occuparmene mi hanno rotto le P .

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    25 Novembre 2014 - 14:02

    Sono intrighi di palazzo che dimostrano come questi personaggi - che interpretano il ruolo di politicanti sul palcoscenico del teatrino “Politicon”- siano preoccupati solo della loro traballante esistenza. Nella loro testa - un po’ sì e un po’ no - i problemi URGENTI degli italiani vengono dopo perché una rapida soluzione di questi li metterebbe in strada come … disoccupati.

    Report

    Rispondi

  • ohmohm

    ohmohm

    25 Novembre 2014 - 14:02

    Ci avete rotto....prima c'era una legge elettorale della balle tant'è vero che la Consulta ha dato dell'incostituzionalità adesso con le nuove puttanate fatte in questi nove mesi abbiamo una legge elettorale che è fuori da ogni logica....Renzi sarà ricordato nella storia ( se sarà ricordato! ) come il rottamatore della Costituzione Italiana...

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    25 Novembre 2014 - 13:01

    Civati è un povero scemo, come pure Cuperlo e Fassina. Se si andasse a nuove elezioni, con qualsivoglia legge elettorale, avrebbero un minimo di possibilità di essere eletti. Quasi sicuramente andrebbero a fare compagnia ai vari Ferrero e Di liberto ed altri, per non parlare dell'uomo dalla zeppola, certo vendola!!! Il che sarebbe un grosso bene per l'Italia.

    Report

    Rispondi

blog