Cerca

Il caso

Renzi vuol fare le riforme con 148 abusivi

Renzi vuol fare le riforme con 148 abusivi

Per il centrodestra è una questione di «legalità» e l’alternativa nientemeno che «il collasso democratico». L’allarme lanciato da Renato Brunetta e dal “suo” Mattinale si riferisce al rischio che Matteo Renzi approvi modifiche costituzionali a maggioranza e lo faccia col voto decisivo dei 148 deputati «abusivi». Quest’ultima definizione non è made in Forza Italia, ma deriva dalla sentenza della Corte costituzionale del 4 dicembre 2013. Gli ermellini avevano dichiarato «incostituzionale» il premio di maggioranza che consentì a Pd, Sel e Centro democratico di eleggere quasi centocinquanta onorevoli in più nonostante il misero 0,37% di vantaggio. «Prevale la continuità delle istituzioni, certo, ma a che prezzo?», scrive il foglio del gruppo Fi. Gli azzurri mettono le mani avanti: qualora gli «abusivi» dovessero essere decisivi considererebbero il gesto «una negazione del giudicato della Consulta» e, di conseguenza, potrebbero fare ricorso. Che farà ora il premier? A vedere la lista degli «abusivi» viene il sospetto che della sentenza se ne infischi: ha voluto al suo fianco molti di loro. Sono «illegittimi» il ministro Maria Elena Boschi, i sottosegretari Ivan Scalfarotto e Sandro Gozi, il guru economico Yoram Gutgeld...

di Paolo Emilio Russo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Garrotato

    29 Novembre 2014 - 16:04

    E di che ci lamentiamo? Perché, Renzi l'ha per caso votato qualcuno, per finire a Palazzo Chigi? Bisognerebbe aggiornare "la più bella Costituzione del mondo". Art. 1: " L'Italia è una Repubblica empirica fondata sull'abusivismo e l'improvvisazione." Dove il Presidente della Repubblica si prende arbitrariamente poteri che non ha, e fa e disfa i governi (patacca, oltre tutto) a suo piacimento.

    Report

    Rispondi

  • mpex81

    29 Novembre 2014 - 16:04

    Non sono un renziano ma vorrei far notare alcune cose. La prima che la Corte ha anche ribadito che il parlamento è legittimo. La seconda è che se questo parlamento non è leggittimo non lo era nemmeno quello in cui i 148 parlamentari in più li aveva il PDL. Last but non least, chi l'ha inventato e votato il Porcellum ? Mi sembra di ricordare che è stato il centro destra e anche Brunetta .... !

    Report

    Rispondi

  • tristano.libero

    29 Novembre 2014 - 13:01

    Meglio fare le riforme con 148 abusivi con la fedina penale pulita che farle con un pregiudicato !! Sapendo già le risposte dei fascistelli berlusconiani preciso che non sono né sono mai stato comunista, del PDmenoL e PD

    Report

    Rispondi

  • ubidoc

    ubidoc

    29 Novembre 2014 - 12:12

    In compenso il pregiudicato non le ha mai fatte nonostante le decine di inquisiti e condannati della sua banda.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog