Cerca

Matteo, giù la maschera

Gianni Cuperlo: "Sembra che Matteo Renzi voglia andare al voto al più presto"

Gianni Cuperlo

A strappare la maschera a Matteo Renzi è uno dei membri più agguerriti di quella minoranza del Pd che rema contro il premier, Gianni Cuperlo. Lo fa in un'intervista a La Stampa, in cui si parla di riforme. Cuperlo, sconfitto alle primarie democratiche in cui Renzi si è preso il partito, spiega che "fare le riforme è un dovere". Il punto, però, è "farle bene". Nel corso della Direzione nazionale del Pd, Cuperlo ha chiesto modifiche in particolare alla riforma elettorale, e dunque ricorda: "Bisogna tener conto che la riforma elettorale e quella costituzionale sono come i pedali di una bicicletta, che sta in piedi solo se si agisce su entrambi i pedali". Renzi, però, pare pronto a concedere davvero poco. A Cuperlo si ricorda che la proposta del premier è quella di fare entrare in vigore l'Italicum dal 1° gennaio 2016. A questo punto, il democratico attacca: "Il Parlamento non è un latte a scadenza. La questione è dare una coerenza al modello istituzionale. E se si slegasse la legge elettorale dal destino della riforma costituzionale - rimarca -, allora il sospetto che si voglia accelerare per arrivare al voto somiglierebbe molto a una prova". Lo stesso Cuperlo, dunque, sospetta ciò che il premier continua ostinatamente a negare: l'obiettivo del premier stesso potrebbero essere le urne, al più presto. "Renzi afferma che non vuole andare al voto - conclude Cuperlo -? Io voglio credergli perché penso come lui che l'interesse del Pd sta nel fare le riforme e ridare così una speranza a famiglie e imprese".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mark51

    03 Dicembre 2014 - 18:06

    taliani dobbiamo metterci in testa che qualsiasi governo arrivi bianco rosso nero o verde rubano tutti per noi non cambia nulla oltre all aumento delle tasse perche i governi nuovi che si insediano danno la colpa sempre a quelli precedenti dei debiti lasciati quindi giu nuove tasse e cosi via la soluzione esiste disertare qualsiasi votazione forse capiranno di andare tutti fuori dalle palle

    Report

    Rispondi

  • arwen

    03 Dicembre 2014 - 17:05

    Il problema per Matteo l'irriducibile contaballe è che le elezioni, nella logica di continuare la favola delle promesse, sono auspicabili, peccato che l'Emilia Romagna abbia dimostrato a Matteo che gli italiani cominciano ad averne le p..e piene delle sue farloccherie. I dati macroeconomici, inoltre, continuano a peggiorare e i primi mesi del 2015 saranno una psremuta di sangue. Ripensaci Matte!

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    03 Dicembre 2014 - 17:05

    che banda di cialtroni.... quasi quasi preferivo las cricca del PDL!!!

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    03 Dicembre 2014 - 15:03

    Mi sembra un partito dove ognuno vuole fare le scarpe all'altro. Rivorrei bersani

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog