Cerca

Nomi scomodi

Ingroia predica legalità ma ha in lista uno che vuole il condono per l'abusivismo

Nello Di Nardo, ex Idv,è capolista in Liguria per Rivoluzione Civile. Una presenza che crea polemiche. In parlamento si era battuto per il condono edilizio

Ingroia predica legalità ma ha in lista uno che vuole il condono per l'abusivismo

Aniello Di Nardo è un nome scomodo per la lista di Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia. E' un grande sostenitore del condono per l'abusivismo edilizio. L'ex pm che fa della legalità una bandiera elettorale deve fare i conti con un candidato che invece vuole "perdonare" chi ha costruito in maniera illegale. Di Nardo, detto "Nello", è una vecchia conoscenza della politica italiana. E' stato sottosegretario con D'Alema premier ed anche con Amato. Poi Di Nardo approda all'Italia dei Valori. In Parlamento si è dato un gran da fare per ntrodurre il condono edilizio con l’ultima legge di stabilità, lo scorso autunno. Il tentativo non è andato a buon fine, in quanto la legge di stabilità è stata approvata con il governo Monti ponendo la fiducia. Ora Di Nardo prova a giustificarsi con l'ex pm: "Il testo in non recava assolutamente un nuovo condono, ma mirava soltanto ad assicurare la parità di trattamento dei cittadini in ordine al rilascio in sanatoria del titolo edilizio”. Dopo la bocciatura della Consulta, che in Campania ha bloccato il condono edilizio del 2003, Di Nardo ha perso la sua partita. Ma Ingroia della sua proposta cosa ne pensa?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raucher

    30 Gennaio 2013 - 21:09

    Già la sigla squalifica.

    Report

    Rispondi

blog