Cerca

Alla Camera

Renzi: o cambiamo direzione all'Europa o la perdiamo

Renzi: o cambiamo direzione all'Europa o la perdiamo

Nessuno lo ascolta più. Sarà perché parla di Europa o perché fa l'ennesima autocelebrazione, ma Matteo Renzi, a Montecitorio, è solo. Molti i banchi vuoti, questa mattina, per l'intervento del premier che riferisce sul Consiglio europeo del prossimo 18 dicembre. A sentire cosa dice ci sono meno di cento deputati. Presenti solo i rappresentanti del governo: il ministro dell'Interno
Angelino Alfano, quello delle Riforme, Maria Elena Boschi e Giuliano Poletti, ministro del Lavoro, più uno stuolo di sottosegretari. 

Nuova Europa - Prima Renzi, completo blu e camicia bianca, si è fermato alla buvette per un cappuccino con la Boschi, Poletti e il tesoriere del Pd, Francesco Bonifazi. Poi il discorso, a nessuno. "Siamo in una fase in cui l'Europa è a un bivio", ha detto Renzi citando una frase pronunciata da Luigi Einaudi nel 1947: "Se non sapremo farci portatori di un ideale umano noi siamo perduti". "Possiamo vivere la fase che si è aperta con il rinnovo delle elezioni e con il semestre di presidenza italiana come un'occasione per dire che o torniamo all'ideale o rischiamo tutti noi di aver perduto l'Europa". Per questo la politica "deve fare il suo mestiere e non lasciare l'Europa ai tecnocrati". E sarà il 2015 a dirci se la politica economica dell'Europa unita sarà finalmente centrata sulla crescita o continuerà ad essere una via di mezzo spuria. Credo e spero che con l'aiuto di tutti, anche con quello dei parlamentari italiani, si torni a guardare verso l'Europa della crescita e non solo verso l'Europa dell'austerity».

Pentastellati - Renzi si è anche appellato al Movimento 5 stelle: "Abbiamo bisogno anche di voi. Questo Parlamento non può vedere buttata via l'occasione di una forza politica importante in una discussione tutta interna e sterile". Altrimenti, ha concluso, "continuerete a perdere deputati e senatori e a fare liste di proscrizione. Non andrete da nessuna parte".

Olimpiadi - "Sentirsi dire che l'Italia non può fare le Olimpiadi, frustra le speranze dei nostri concittadini", ha sottolineato il presidente del Consiglio. "Se c'è chi ruba va in galera, si persegue e si va avanti senza ricorrere alla rinuncia. Se c'è chi ruba, bisogna avere il coraggio di mandarlo in galera e di alzare le pene per evitare i patteggiamenti e di insistere su una idea che chi fa politica prova a proporre un sogno per il Paese". E le Olimpiadi in Italia, ha concluso, "sono un sogno, un progetto che deve essere rigoroso, tenace e di alta qualità". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ortensia

    17 Dicembre 2014 - 10:10

    Renzi? Noioso, verboso. Sempre piu' insopportabile. La Boschi? Persa la bellezza del somarino , ha un'aria sempre piu' cavallina. Quando parla recita una lezione a memoria senza averla capita. La coop sei tu Poletti? non avevo mai notato che su quella faccia che si ritrova avesse messo una parrucca. Poi ho letto Pansa. Napolitano? Si puo' dire boh? Il governo di oggi? Puah!

    Report

    Rispondi

    • Albertone100

      Albertone100

      18 Dicembre 2014 - 17:05

      Non ti preoccupare Ortensia di dire quello che pensi, poiché se non sei politically correct (cioè se non la pensi come ti dicono di pensarla), ti criticheranno sempre.

      Report

      Rispondi

    • ramadan

      17 Dicembre 2014 - 13:01

      per ortensia chi suggerisci al loro posto ?è facile criticare bisogna anche proporre e questo non lo vedo quasi mai ! mi riferisco non solo a te ovviamente .

      Report

      Rispondi

  • ryckard56

    17 Dicembre 2014 - 09:09

    l'impressione è che quest'europa sia arrivata alla frutta.se anche la germania stà preparando un piano di uscita dall'euro sembra proprio che siamo alle cosiddette porte coi sassi.sarebbe meglio a questo punto che questi capoccioni lo dicessero apertamente che l'euro è fallito è morto,e va sepolto. renzi ormai sembra che si parli e si ascolti anche lui ormai sembra sullo scalo pronto al varo.

    Report

    Rispondi

  • encol

    16 Dicembre 2014 - 19:07

    Il bullo continua imperterrito ad annunciare le cose da fare, che tutti, comunque, conoscono , ma non è in grado di fare un fico secco. Svicola tutti i temi caldi probabilmente perchè NON è in grado di affrontarli; è maestro nell'andare fuori tema. Tutti i suoi interventi sono caratterizzati dal "tergiversa" e quando non sa più che pesci prendere la mette sul faceto.

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    16 Dicembre 2014 - 18:06

    Ma questo provolone di Renzi quando finirà di parlarsi addosso !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog