Cerca

Rilevazione

Euromedia Reserach: gli italiani bocciano Matteo Renzi

34
Euromedia Reserach: gli italiani bocciano Matteo Renzi

Sono bastati pochi mesi agli italiani per capire chi è davvero Matteo Renzi. La legge di stabilità appena varata ha deluso nei contenuti. Una cosa è certa: le tasse non diminuiranno e quasi certamente le misure adottate dal governo non serviranno a far partire la crescita. Così secondo quando emerge da un sondaggio Euromedia realizzato da Nando Pagnoncelli, gli italiani bocciano su tutta la linea l'operato del governo. E soprattutto il premier che viene demolito dai giudizi di chi subisce le sue scelte.  Alla domanda "cosa peensano gli italiani di Matteo Renzi?" il 31,0% sostiene che sia un affabulatore, bravo nelle parole e vago nei fatti. Il 15,8% lo ritiene uno scaltro opportunista, il 13,3% determinato e concreto, il 13,2% inconcludente, l'11,1% sveglio e capace, il 6,9% un rottamatore.

Bocciata la manovra - E non arrivano buone notizie nemmeno dai dati Ipsos. Solo l'1% degli italiani pensa che Renzi abbia mantenuto tutte le promesse. Il 19% crede che siano state mantenute in buona parte, poche lo sostengono il 53% degli intervistati, addirittura nessuna, lo dichiara il 22%. Sulla Legge di Stabilità, il 24% pensa che si tratti di una svolta positiva per l'economia dell'Italia, il 44% sostiene che la sua approvazione non cambierà molto la situazione, infine per il 22% provocherà un peggioramento della condizione dei cittadini. Infine negative o quasi, anche le risposte degli italiani su come sarà il Natale 2014 rispetto a quello dell'anno precedente. Il 52% crede che la condizione della propria famiglia è rimasta invariata, il 33% pensa che è peggiorata, solo il 13% sostiene che è migliorata.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luca.priori

    29 Dicembre 2014 - 11:11

    Buffone ipocrita demente bamboccio della sx Europea..

    Report

    Rispondi

  • arwen

    27 Dicembre 2014 - 18:06

    Sarebbe davvero divertente, se nn coinvolgesse il nostro futuro, assistere allo sforzo profuso dalle pecorelle rosse x difendere l'amato leader che, in poco più di 10 mesi, ha ridotto il paese a un colabrodo. Eccoli lì tutti impettiti a difendere le scelte di Renzi, l'innovatore, quando solo qualche mese fa criticavano B. che predicava le stesse cose. Ridicolo!

    Report

    Rispondi

  • lallo1045

    27 Dicembre 2014 - 17:05

    Parolaio è nulla, rispetto ai danni economici che sta producendo agli ITALIANI(veri non chi si porta i soldini all'estero, magari ricevuti dallo stato sotto forma di sovvenzione a fondo perduto) nella totale idifferenza degli pseudo intellettuali, parolai pure loro. Nessuno di costoro ha mai lavorato o fatto im presa. Dunque INCAPACI. Grazie Napolitano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media