Cerca

Annuncio padano

Salvini porta la Lega in piazza: tutti a Roma il 28 febbraio

Salvini porta la Lega in piazza: tutti a Roma il 28 febbraio

Prima grande manifestazione della Lega nella Capitale. Lo ha annunciato Matteo Salvini ai militanti delle tradizionale festa Berghem Frecc: "Sabato 28 febbraio proviamo ad andare in tantissimi a Roma per mandare a casa Renzi e per ribaltare tutto quanto. Abbiamo un impegno, non sarà un impegno della Lega: quel giorno l'Italia tutta si deve fermare, andiamo a Roma e ci riprendiamo il nostro futuro". 

Contro Silvio - Salvini spara a zero su tutti, Berlusconi, Renzi, giudici: "C’è qualcuno che dovrebbe essere all'opposizione", dice riferendosi al Cavaliere, "ma buon Dio, Silvio Berlusconi, gli voti un pezzo di legge elettorale, poi un pezzo di riforma del Senato e allora non puoi dirmi facciamo le battaglie insieme e votare ogni porcheria: o ti chiarisci le idee, o noi andiamo avanti da soli per la nostra strada". Perché, continua, "non vogliamo ripetere gli errori del passato e fare i donatori di sangue".

Contro Renzi - Questo governo "affama il Paese", prosegue Salvini, "e molti mi dicono a me il prossimo anno conviene lavorare in nero: fanno bene, è legittima difesa; contro lo Stato ladro ragioni da ladro". Il Jobs act "è il vuoto, è il teatrino Renzi-Camusso, attori della stessa tragedia: la fine dell'impero Renzi". E su Napolitano: "Noi Napolitano lo avevamo votato perché si era impegnato a fare le riforme, ma non si è visto niente". Quindi Salvini non sentirà il suo discorso di fine anno - e fine mandato - "Sarò impegnato a fare altro, risparmierò mezzora e la trascorrerò con mio figlio". In attesa del nuovo presidente della Repubblica che "vorrei non sinistro".

Contro i giudici - Infine, l'ira contro il rinvio a giudizio di 34 camicie verdi: "Una follia. Chiederemo il risarcimento danni anche al ministero della Giustizia. Per anni si sono spesi milioni di euro degli italiani per un processo senza senso; solo in Italia può succedere".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigi0000

    30 Dicembre 2014 - 10:10

    Sarà vero? Oppure finirà come la rivolta fiscale del 14 novembre e la marcia su Roma coi bastoni alla prima nuova tassa imposta da Renzi? Un parolaio grande quanto l'altro Matteo ed il maestro Grillo. A Milano si direbbe Baüscia, oppure casciaball. Dica Salvini che cosa avrebbe fatto di buono nei 2 decenni in cui ha fatto politica. Niente! Se non gli affari ed interessi suoi. Baüscia e casciaball.

    Report

    Rispondi

  • spadino65

    30 Dicembre 2014 - 09:09

    Già che c'è, porti a Roma anche i soldi rubati dalla Lega.......

    Report

    Rispondi

  • spalella

    29 Dicembre 2014 - 19:07

    Vent'anni fà usciva fuori Bossi, Vecchio Politico che ci ha Traditi. Ce ne siamo Accorti dopo circa 15 anni. Allora è spuntato Grillo, che è stato un pò Bruciato per inefficenza dopo Appena DUE anni. Dopo Grillo ecco Renzi che dopo appena sette mesi già è Zero, ed ecco che esce fuori Salvini... IL TEMPO di TOLLERANZA per i Buffoni SI ACCORCIA VELOCEMENTE, e alla FINE TROVEREMO QUELLO BUONO.

    Report

    Rispondi

  • lughi67

    29 Dicembre 2014 - 16:04

    Salvini chi ... chi ha messo un mafioso a tesoriere della Lega e a capo di Finmeccanica,. Che adesso non persegue il mafioso per ottenere la sua omertà------ La Lega insieme a Berlusconi ha portato il paese alla deriva . dal 2008 al 2011 ha portato il deìbito pubblico da 1600 miliardi di euro a oltre 1900 miliardi più di 1qualsiaisi altro governo. i debiti li sta pagando Renzi

    Report

    Rispondi

    • blues188

      29 Dicembre 2014 - 19:07

      Si paga Renzi, con l'aiuto di Buzzi.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog