Cerca

Riforme e Colle

Pd, Orfini ammette: "In questi 15 giorni ci giochiamo tutto"

Pd, Orfini ammette: "In questi 15 giorni ci giochiamo tutto"

"In questi 15 giorni il Pd si gioca tutto, forse è il passaggio decisivo", perchè nelle prossime due settimane "si deve concludere il percorso delle riforme alla Camera e al Senato e c’è l’elezione del nuovo Capo dello Stato". Ma anche perchè "si deve chiudere definitivamente il capitolo" scritto due anni fa, "con lo spettacolo onestamente inaccettabile che ha dato il Pd, dimostrando di avere consapevolezza di quanto è accaduto e che abbiamo capito". Il presidente del Pd, Matteo Orfini, non usa giri di parole quando apre i lavori del corso di formazione promosso dal partito su Città metropolitane e nuove province, in merito alle riforme, la legge elettorale e soprattutto l’elezione del nuovo capo dello Stato.

Tensioni interne - Orfini ha quindi messo in guardia dal "tentativo di scaricare sulle istituzioni le tensioni interne, dobbiamo dimostrare che il Pd è forte, c’è ed è in grado di gestire questa fase delicata e scelte difficili". Quella che attende il Pd "è una fase delicata, che abbiamo deciso di vivere pericolosamente - ha aggiunto Orfini - scegliendo di non fermarci con il percorso delle riforme prima di eleggere il Capo dello Stato. È una scelta rischiosa, ma mostra la cifra che abbiamo deciso di dare alla nostra azione, nonostante le difficoltà e le tensioni che questa scelta sta dando, come dimostrano gli ostacoli al Senato sulla legge elettorale, con lo scontro duro in atto con Forza Italia che ha deciso di cambiare idea sul premio di maggioranza alla lista, ma noi andiamo avanti. Così alla Camera, dove FI ha in modo intollerabile chiesto di interrompere i lavori sulle riforme per una sorta di minacciosa rappresaglia preventiva, alzando il tiro sul capo dello Stato. Il Pd, però - ha rivendicato Orfini - ha scelto di non prestarsi a questi giochetti, perchè riforme e Capo dello Stato sono due piani distinti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianni modena

    18 Gennaio 2015 - 10:10

    ma mi sembra sia stato il pd a tentare di cambiare le carte in tavola e non FI . orfini ci fai o ci sei ???

    Report

    Rispondi

  • encol

    18 Gennaio 2015 - 08:08

    Il PD cambierà solo nome per l'ennesima volta sperando di truffare i lavoratori ancora per qualche anno-

    Report

    Rispondi

  • allianz

    17 Gennaio 2015 - 22:10

    Dal testo:"il libro nero del comunismo" "Il comunismo si dividerà in 1000 rivoli tumultuosi,sempre in lotta fra loro e destinati ad inaridirsi."Se poi ci aggiungiamo il commento drastico di Bertinotti possiamo anche crederci.

    Report

    Rispondi

  • RULI5646

    17 Gennaio 2015 - 18:06

    Troppa spazzatura in quel partito, come in F.I. del resto. Se non faranno una seria e radicale pulizia sono destinati all'estinzione e noi a finire sempre di più nelle mani di PSICOPATICI di turno ! Grillo docet !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog