Cerca

La mossa

Berlusconi ricuce con Brunetta: e sul Patto del Nazareno

Berlusconi ricuce con Brunetta: e sul Patto del Nazareno

Da una parte il ko del Milan a San Siro crollato sotto il gol dell'Atalanta, dall'altro il clima politica che si è surriscaldato, ingarbugliato, Silvio Berlusconi è più che furioso. In un retroscena de il Corriere della Sera, l'ex premier viene descritto sull'orlo di una crisi di nervi soprattutto dopo che ha letto la lettera che la vicesegretaria del Pd Debora Serracchiani ha mandato ai Cinque Stelle: una lettera in cui chiede sostanzialmente di votare al Senato quel premio alla lista dell'Italicum su cui Forza Italia continua a dire no. Un messaggio che Berlusconi vive come una sconfessione al patto del Nazareno, una delegittimazione che arriva alla vigilia dell'elezione del Presidente della Repubblica.

La reazione - E adesso? La prima mossa dell'ex presidente del consiglio è stata quella di "ricucire" con Brunetta dopo che quest'ultimo aveva preso di mira tanto Renzi quanto l'accordo tra Pd e Forza Italia. Poi manda un messaggio chiarissimo: il documento contro Brunetta su cui stanno raccogliendo le firme "non l'ho voluto io e non mi interessa".  A far salire la tensione anche Matteo Salvini: a quanto pare i rapporti con la Lega non siano così idilliaci. Matteo gli rimprovera di fare troppe concessioni al Matteo premier sulle riforme così salva la cena che era prevista per ieri sera a Villa San Martino. Berlusconi ha in mente soprattutto la partita per il Quirinale: lui stesso di occuperà di marcare Alfano e i centristi, Verdini e Romano sono stati schierati nella trattativa con il Pd, Toti si occupa della Lega mentre Gianni Letta ha il compito di dialogare con il candidato che è nel cuore di Berlusconi, che era e che rimane Giuliano Amato. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    19 Gennaio 2015 - 14:02

    Attento che ti stanno infinocchiando per la 4° volta.

    Report

    Rispondi

  • irucangy

    19 Gennaio 2015 - 14:02

    HA svenduto il partito a Renzi, per tutelare gli affaracci suoi. E forse qualcuno nel suo partito l'ha capito. Ma ha in mano la cassa e le liste quando si andrà a votare, per cui pur essendoci un rigurgito di dignità tra i suoi fedelissimi, non vogliono dirlo apertamente. Ma quelli che hanno paura di non essere ricandidati devono capire che alle prossime elezioni la coperta sarà corta.

    Report

    Rispondi

    • woody54

      19 Gennaio 2015 - 17:05

      irucangy HA svenduto il partito a Renzi, per tutelare gli affaracci suoi. Ha SEMPRE fati gli affari suoi, il problema è che tu lo hai sostenuto per 20 anni!!! Bananas

      Report

      Rispondi

      • blues188

        19 Gennaio 2015 - 19:07

        Woody54: e tu sei il re dei Cojò. Da sempre, appena nato. Ora vai da Buzzi a piangere e digli che ti hanno riconosciuto, idiota!

        Report

        Rispondi

  • Gios78

    19 Gennaio 2015 - 12:12

    Quel patto con i comunisti ha distrutto il cdx. Berlusconi è finito.

    Report

    Rispondi

  • spadino65

    19 Gennaio 2015 - 12:12

    si vabbuo....domani è un altro giorno

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog