Cerca

Decisione dell'ultim'ora

Quirinale, colpo di scena al Nazareno: Silvio Berlusconi non andrà alla consultazione con Matteo Renzi

Quirinale, colpo di scena al Nazareno: Silvio Berlusconi non andrà alla consultazione con Matteo Renzi

Colpo di scena: Silvio Berlusconi non c'era questa sera nella delegazione di Forza Italia che ha incontrato nella sede romana del Pd il premier Matteo Renzi, in occasione delle consultazioni per il Quirinale. Il Cavaliere ha preso la decisione dopo il vertice coi fedelissimi a Palazzo Grazioli e incontrerà il leader del Pd mercoledì all'ora di pranzo

Le ragioni del no - Il Cavaliere ha preferito non partecipare all'incontro di oggi perché si tratta di un primo incontro tra delegazioni per l'individuazione del candidato successore di Napolitano e, quindi, è toccato a Paolo Romani e Renato Brunetta, accompagnati da Giovanni Toti, Debora Bergamini e Mariastella Gelmini. Dietro la scelta, viene sottolineato, non vi è altra motivazione, anche se è possibile che l'ex premier preferirebbe vedere Renzi da solo, per poter "fare il nome" del candidato al Colle senza sentirsi vincolato dai suoi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andymaga

    28 Gennaio 2015 - 08:08

    Non capisco il voler candidare Prodi che grazie al fatto di essersi schierato a sx è riuscito ad evitare i processi per i suoi inciucci con Debenedetti ai tempi delle svendite dellIRI Il Cdx oltre a Martino, figlio di Gaetano, precursore dellUE, potrebbe indicare Letizia Moratti, che è stata una eccellente presidente RAI

    Report

    Rispondi

  • cicalino

    27 Gennaio 2015 - 23:11

    Secondo me oggi Berlusconi non è andato perchè non voleva reggere la sceneggiata dei teatrini per cretini...Sempre secondo me il nome ce l'hanno in testa da un bel pò, è gradito a entrambi per reciproci vantaggi e fra poco lo leveranno dal sarcofago: Luciano VIOLANTE, ex magistrato, comunista, clone di Scalfaro e dello stesso Napolitano. Leadership a sinistra e grazia a destra...Ci voleva tanto?

    Report

    Rispondi

  • Gios78

    27 Gennaio 2015 - 20:08

    Mentre in Grecia i greci hanno scelto chi li rappresenta e a tempo (per noi di record) hanno formato un governo che sta per insediarsi e iniziare a lavorare, nella penisola italica i partiti si scannano per decidere a tavolino chi deve essere la prima carica dello stato. Trattano, fanno nomi, si accordano, ciascuno col suo uomo favorito come in un incontro di boxe truccato. Maledetti...

    Report

    Rispondi

  • cuciz livio

    27 Gennaio 2015 - 19:07

    Perchè non proponiamo come presidente della repubblica un cosidetto:"diversamente abile" magari straniero?Senza dubbio farebbe meno danni dei suoi predecessori,sarebbe accettato dalle sinistre da sempre sensibili alle diversità ed all'integrazione,verrebbe sostenuto anche dal centrodestra per solidarietà umana,e con i suoi emolumenti risolverebbe almeno i problemidi una famiglia in difficoltà.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog