Cerca

Toto Colle

Quirinale, Giorgio Napolitano spinge per Walter Veltroni

Quirinale, Giorgio Napolitano spinge per Walter Veltroni

Tornano a salire le quotazioni di Walter Veltroni. L'ex sindaco di Roma pare infatti godere di uno sponsor davvero pesante: Giorgio Napolitano. Il dimissionato presidente, secondo il retroscena del Giornale, avrebbe preso il telefono e avrebbe chiamato in Cile per parlare direttamente con il suo candidato: un candidato abbastanza renziano, votabile dalla minoranza, mai stato ferocemente berlusconiano, non inviso al centro destra, un politico del Pd.

La telefonata - "Devi tornare a Roma il prima possibile. Al massimo giovedì", gli avrebbe detto re Giorgio senza lasciargli alternativa. E infatti Veltroni, che stava dall'altra parte del mondo per presentare il suo film su Berlinguer, ha fatto i bagagli, ha salutato tutti ed è tornato a Roma. La preoccupazione di Napolitano è che il suo preferito possa essere "fregato" come successe a Romano Prodi nel 2013 che quando fu impallinato era in Africa. Meglio non ripetere l'errore, ragiona l'ex presidente della Repubblica, gli assenti hanno sempre torto.

Il sondaggio - Ovviamente il peso dei desiderata di Giorgio Napolitano è alto, ma non è detto che Matteo Renzi ne tenga conto. Nè che tutti nel Pd siano disposti a spendersi per l'ex sindaco di Roma visto che alcune anime dem hanno già chiarito che il loro candidato è Romano Prodi. "Solo pensare che la candidatura di Prodi possa essere divisiva, dice che c’è qualcosa che non funziona", ha tuonato ieri Pippo Civati. Da parte sua Renzi non sembra aver ancora deciso e ai gruppi parlamentari ha fatto fare un sondaggio sui nomi di Amato, Fassino e Mattarella. Sul primo resterebbero i dubbi perché potrebbe sembrare una soluzione "imposta" da Silvio Berlusconi per dirla con le parole di un renziano, e perciò, pur potendo contare su un consenso parlamentare sufficiente per l’elezione al quarto scrutinio la candidatura del ’dr Sottile' resta in stand by.

Niente riserve - In ogni caso Renzi alle delegazioni che ha incontrato ieri ha spiegato di non avere ancora il nome, assicurando che non ci saranno comunque sorprese. L’identikit è quello di un politico e non di un tecnico, ma il premier non chiude la porta a nessuna candidatura. "Niente riserve, sto valutando tutti, poi deciderò", è la linea.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • etano

    28 Gennaio 2015 - 14:02

    Il compagno Napolitano ha nuociuto all'Italia per 70 anni, da militante comunista e becero attivista, da parlamentare del pci, da membro del parlamento, da senatore fino a presidente della Repubblica. Né vogliamo un altro come lui tipo il compagno al concime Veltroni o un guastatore come il compagno Prodi? No grazie il marciume non lo vogliamo più.

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    28 Gennaio 2015 - 12:12

    Presidente, ha dato le dimissioni quindi le saremo grati se facesse il pensionato senza interferire nella nomina del suo successore in quanto sicuramente sarebbe il nome di un'ulteriore catastrofe. Visto il suo comportamento anti democratico con due Governi illegittimi è meglio che pensi agli scheletri che ha nei suoi armadi e taccia, farebbe una più bella figura.

    Report

    Rispondi

  • gianni modena

    28 Gennaio 2015 - 12:12

    cario expresidente , caro perche ci e costato molto e continua a costarci , non vrede di aver fatto abbastanza danni negli ultimi 9 anni ?? sarebbe il momento per lei di smettere di fare po;itica e giochini sottobanco , dopo averci regalato monti , letta e renzi senza neppure aver pensato di chiederlo agli italiani non ci faccia altri regali . non sono graditi .

    Report

    Rispondi

  • zhoe248

    28 Gennaio 2015 - 10:10

    Non riesce a scendere dal trono. Deve essersi proprio convinto che l'Italia è una monarchia e lui il sovrano borbonico assoluto cui spetta x diritto divino indicare il successore. Strano che non abbia ancora proposto il principino giulio, ma non è detto.....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog