Cerca

sCRUTINIO

Quirinale, fumata nera alla prima votazione

Quirinale, fumata nera alla prima votazione

Dopo la chiusura da parte di Forza Italia e il pressing del Pd per portare al Colle Sergio Mattarella, il Parlamento in seduta comune ha votato per il primo scrutinio per l'elezione del Capo dello Stato. Il Pd ha votato scheda bianca come ha fatto pure Forza Italia. La fumata è stata nera. Non è stato raggiunto il quorum per l'elezione. Scenario che molto probabilmente si ripeterà al secondo e al terzo scrutinio. Ma c'era attesa per vedere quali nomi sono stati scelti da deputati e senatori che hanno rifiutato la scheda bianca indicati dentro l'urna. Le sorprese come sempre non sono mancate. Oltre alle schede bianche, bisogna registrare i 120 voti espressi per Ferdinando Imposimato, candidato vincente delle quirinarie online del Movimento Cinque Stelle. La vera rivelazione però è Vittorio Feltri candidato della Lega e di Fratelli d'Italia che ha raccolto 49 voti.

I risultati - Subito dietro a Feltri c'è Luciana Castellina che ha raccolto 37 preferenze. Poi c'è Stefano Rodotà, candidato degli ex grillini, che raccoglie 24 preferenze. Emma Bonino raccoglie invece 24 voti. Sono 6 invece le preferenze per Romano Prodi, e 5 per Pier Luigi Bersani. Inoltre sono stati votati altri 142 candidati. Tra i nomi citati dalla presidente della Camera Laura Boldrini durante lo spoglio delle schede ci sono Massimo Giletti, Antonio Razzi, Sabrina Ferilli, Paolo Mieli, Mauro Morelli e anche Giuliano Ferrara. Insomma come sempre nell'elezione del capo dello Stato la fantasia non manca ai nostri senatori e deputati. Ma da sabato mattina si comincerà a far sul serio: ci sarà poco spazio per gli scherzi nella cabina elettorale. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • laghee

    30 Gennaio 2015 - 19:07

    l unico che ha votato bene e quello che ha votato la Ferilli !!!!

    Report

    Rispondi

  • routier

    30 Gennaio 2015 - 09:09

    Cambiare la Costituzione e far eleggere il Presidente da "tutti" gli elettori ! Solo in questo modo si eviteranno le (quantomeno strane) alchimie di Palazzo.

    Report

    Rispondi

    • bruno osti

      30 Gennaio 2015 - 10:10

      stante che il PDR deve avere comunque una forte maggioranza di voti, ci sarà una necessaria campagna elettorale dove ogni partito presenterà un candidato: non credi che i partiti si daranno da fare, incontri, patteggiamenti, per convogliare la maggior parte di voti su un candidato che debba essere gradito al maggior numero di elettrori possibile?

      Report

      Rispondi

  • milibe

    30 Gennaio 2015 - 06:06

    finiamola con la farsa delle votazioni, basta ai giochini di partito per cambiare nulla: per noi sono soltanto spese! elezioni del presidente agli italiani

    Report

    Rispondi

    • bruno osti

      30 Gennaio 2015 - 11:11

      intanto si cambia, eccome! ci sarà un nuovo Presidente. E poi, come lo eleggiamo il Presidente? estrazione a sorte? ma voi Maldestri, come fate ad essere così maldestri?

      Report

      Rispondi

  • feret.faber

    30 Gennaio 2015 - 00:12

    le elezioni del presidente della repubblica delle banane e' ridicola

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog