Cerca

Il retroscena

Colle, perché Renzi ha scelto proprio Mattarella

Colle, perché Renzi ha scelto proprio Mattarella

Come si è arrivati alla candidatura di Sergio Mattarella? Perché alla fine Matteo Renzi ha deciso di puntare su di lui?  Un retroscena della stampa dà le risposte a questi interrogativi che in queste ore rimbalzano sia nei talk show politici ma anche nelle chiacchierate degli italiani interessati ad andare oltre la notizia. Pare che il nome del giudice della Corte Costituzionale sia venuto fuori il 26 novembre durante un colloqui tra Giorgio Napolitano. Il premier sperava ancora di poter convincere Napolitano a rinviare le sue dimissioni al mese di maggio, dopo l'inaugurazione dell'Expo. Ma non l'ha spuntata. Così in quel colloquio si è parlato dei nomi ma, prima ancora, del profilo del possibile candidato.

I requisiti - I requisiti fondamentali sia per Renzi che per Napolitano dovevano essere quattro: il candidato doveva avere una approfondita conoscenza della politica nazionale e dei suoi protagonisti; una conoscenza delle istituzioni; e poi ancora uno standing internazionale e una corrente di empatia con l'opinione pubblica. Il nome di Mattarella soddisfaceva, secondo entrambi, tre di questi requisiti. Mancava l'empatia. Ma su questo lo stesso Napolitano avrebbe rassicurato il premier dicendo che "l'empatia è una cosa che si impara, come è capitato a me e a Ciampi". Da quel giorno Matteo ha cominciato a pensare seriamente al nome di Mattarella e per avere conferme sulla sua personalità si sarebbe confrontato anche con Ciriaco De Mita e Pierluigi Bersani che bene conoscono l'ex democristiano Mattarella. Dopo questo confronto il premier ha capito che Mattarella potesse essere presentato come il candidato alternativo a Giuliano Amato e che al tempo stesso era in grado di unire il partito. Martedì scorso la decisione di Renzi. Bersani ha preso molto bene la sua scelta, Berlusconi ha puntato i piedi. Due giorni fa l'incontro. Una lunga chiacchierata da cui sono usciti entrambi soddisfatti. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Tobyyy

    03 Febbraio 2015 - 13:01

    Perché Renzi ha sceato Mattarella ? Semplice, perché ogni simile ama il proprio simile e perché fra cattocomunisti della prima repubblica, corrotti e tangentari s'intendono....!

    Report

    Rispondi

  • allianz

    02 Febbraio 2015 - 14:02

    Mia misera opinione l'ha scelto perchè QUALCUNO lo ha imposto.Facile a capirsi.Dopo tutti I segreti,nomi e nomignoli com'è che è spuntato all'improvviso questo nominativo e lo hanno fatto presidente subito?La stessa solfa di Monti.

    Report

    Rispondi

  • miacis

    31 Gennaio 2015 - 12:12

    Ah beh se ha il consenso di De Mita possiamo dormire sonni tranquilli....ma dimme te!

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    30 Gennaio 2015 - 14:02

    Mattarella ha parecchi scheletri nell'armadio, dunque dovrebbe essere invotabile, ma a Renzi interessava soltanto non perdere la cadrega colla scissione del partito e di non essere, di conseguenza, costretto a subire la presenza scomodissima di Berlusconi, sine die. Mattarella è inoltre l'opposto dell'arbitro imparziale ed è pertanto approvato da SX per far dispetto a >Berlusconi. Altro cialtrone.

    Report

    Rispondi

blog