Cerca

Polveriere

Angelino Alfano, il diktat dei frondisti di Ncd: "O ministro, o leader"

Angelino Alfano, il diktat dei frondisti di Ncd: "O ministro, o leader"

"Deve decidere cosa fare da grande", continuano a ripetere i dissidenti di Ncd riferendosi ad Angelino Alfano. "Se vuole fare il leader del partito deve mollare la poltrona da ministro", ragionavano nella riunione semicarbonara organizzata l'altra notte dalla fronda malpancista. "Se vuole continuare a fare il ministro, lasci la guida di Ncd ad altri". Per ora nessuno è uscito allo scoperto, ma i malumori crescono. Barbara Saltamartini se ne è andata con la Lega di Matteo Salvini e Maurizio Sacconi si è dimesso da capogruppo.

Le rassicurazioni di Lupi - Per sapere cosa ne sarà di Ncd bisognerà attendere che i congiurati si rivedino e che Alfano incontri Matteo Renzi. Nel frattempo il ministro Lupi cerca di smorzare le polemiche: "Ncd rilancerà la propria azione e non si sfascerà". E ancora: "Alfano non rischia assolutamente e non c'è alcun impeachement in corso da parte di altri". "Angelino", puntualizza il ministro per le infrastrutture, "è il leader che ci ha permesso di costruire quest'area". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mesorotto

    04 Febbraio 2015 - 19:07

    buttatelo via ladro di voti,ho votato il centrodestra e governi con la sinistra...sporco traditore

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    04 Febbraio 2015 - 18:06

    perche' gli altri di ndc non sono andati per le poltrone? cos'e'? poltrone solo per alfano? tutti sono andati per le poltrone, senno' per cosa?

    Report

    Rispondi

  • secessionista

    04 Febbraio 2015 - 17:05

    Sicuramente la poltrona dato che NCD non esisterà più.

    Report

    Rispondi

  • MarioGuerrisi

    04 Febbraio 2015 - 16:04

    Ho motivo per credere, per come si sono svolti gli avvenimenti, che il NCD, senza Angelino Alfano, non potrà andare avanti. E fa bene il suo collega di governo, Maurizio Lupi, a difendere il suo collega e Ministro dell'Interno. Prima di altri, ha capito che senza Alfano, il NCD non andrà da nessuna parte.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog