Cerca

L'apertura

E Renzi apre a Scelta Civica: "Ho apprezzato il contributo dei senatori Sc"

Matteo Renzi visto da Benny

Dopo la rottura del Patto del Nazareno Matteo Renzi cerca di creare nuovi equilibri. Guarda agli ex grillini, ma anche a Scelta Civica."Ho molto apprezzato il contributo leale arrivato dai senatori di Sc sia sul cammino delle riforme istituzionali ed economiche sia in occasione della elezione del capo dello Stato". Lo afferma il segretario del Pd Matteo Renzi. "La condivisione può individuare un approdo comune e un comune cammino per il cambiamento dell'Italia". Il leader del Pd parla, nel dettaglio, del "cammino delle riforme istituzionali ed economiche" e della "elezione del Capo dello Stato". Renzi dice che questo avviene "nel segno di una condivisione che può andare oltre queste importanti circostanze e individuare un approdo comune e un comune cammino per il cambiamento  dell’Italia nel segno di quelle riforme che sono nel dna del Pd e di Scelta Civica". A Palazzo Madama Scelta Civica conta sette membri.   Potrebbe essere formalizzato molto presto un passaggio dei senatori di Sc al gruppo Pd. Si tratterebbe dell'intero gruppo di Palazzo Madama tranne, però, Mario Monti. Dunque sei senatori. Ma non è escluso qualche 'trasloco' di deputati anche dal gruppo della Camera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Federico di Hohenstaufen

    06 Febbraio 2015 - 17:05

    Rivedere l'art 67 della costituzione. Gli elettori votano un partito e si vedono i loro rappresentanti nei partiti opposti. Senatori e deputati che non si identificano più nel partito dove sono stati eletti diano le dimissioni e lascino subentrare un'altro.

    Report

    Rispondi

  • claudia42

    06 Febbraio 2015 - 16:04

    Che in costituzione non ci sia il vincolo di mandato é un obbrobrio. Tutti i senatori di Scelta Civica traslocano nel PD. Che belle personcine! Il fascino della poltrona é irresistibile.

    Report

    Rispondi

  • zhoe248

    06 Febbraio 2015 - 08:08

    Una poltrona non si rifiuta mai...

    Report

    Rispondi

  • aifide

    05 Febbraio 2015 - 23:11

    Adesso la compravendita di parlamentari è lecita? Nessuno sbraita? E' chiaro che un gruppo di quattro gatti eletti dalla massoneria anche se diventano PD non cambiano la minoranza che il PD è. Monti farebbe bene a girare alla larga e a non farsi vedere né sentire

    Report

    Rispondi

    • mpex81

      06 Febbraio 2015 - 09:09

      Il passaggio di parlamentari da un gruppo all'altro è una vergogna da eliminare. Ha fatto comodo a Berlusconi, che ha imbarcato gente come Razzi e Scilipoti ricandidandoli (e poi parla di meritocrazia !) così come a Renzi. Basterebbe mettere nella legge elettorale (come in Austria) una clausola che non si può lasciare il gruppo con cui si è stati eletti pena la decadenza. Come mai non si fa ?

      Report

      Rispondi

blog