Cerca

A Otto e mezzo dalla Gruber

Pansa: "Renzi si scordi di andare al voto, Mattarella non lo permetterà"

Giampaolo Pansa a ruota libera da Lilli Gruber, dove è intervenuto per presentare il suo libro “La destra”, con il presidente di Rcs libri, Paolo Mieli, come spalla. L’argomento preferito è, tanto per cambiare, Silvio Berlusconi, che Pansa definisce “vittima dei suoi troppi errori”. “Silvio ha sbagliato a fidarsi di Renzi” è la tesi di Pansa, “e adesso può succedere di tutto, perché con l’elezione di Mattarella il Nazareno è saltato”. E una volta saltato il patto “Silvio si è mosso tardi e pure male, perché l’Aventino in politica porta solo tragedie, lo insegna la storia”. Anche se secondo Pansa, “Renzi si illude di poter andare a votare, perché Mattarella non glielo concederà”. Quanto al futuro della destra, Pansa la vede grigia, “perché Berlusconi non si ritirerà mai, ha 78 anni e se avesse voluto l’avrebbe già fatto”. E “Salvini è un matto che pensa di far politica cambiando felpe. L’alleanza tra lui e il Cavaliere non ha futuro perché prima o poi anche questo Matteo seppellirà il Cavaliere”. Ma il giudizio più spietato la grande firma di Libero lo riserva a Renzi, “che è molto più pericoloso di Berlusconi quanto ad autoritarismo, perché a differenza di Silvio non ha paura di non piacere a tutti e di litigare”. Un pensiero anche alla Libia, sulla quale Berlusconi aveva ragione, perché “l’Europa ha destituito e poi lasciato ammazzare orrendamente Gheddafi senza avere un suo sostituto, e ora ci troviamo i missili sotto casa”.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    18 Febbraio 2015 - 03:03

    Ha presentato un altro libro...Assieme a due deleteri elementi.Uno un ex appartenente a lotta continua,l'altra appartenente al Bilderberg.Stavolta Pansa credo che abbia toppato....

    Report

    Rispondi

  • liliana.cianflone

    16 Febbraio 2015 - 06:06

    ma perchè questo grande ....stetista non va al governo a risollevare le sorti di questa italia in mano a parolai senza senzo,chiedete a questo signore chi lo fa ....mangiare,solo per questo dovrebbe baciare i piedi del cav.??????'

    Report

    Rispondi

    • imahfu

      29 Marzo 2015 - 09:09

      L'Italia dei parolai, prima era dei puttanieri. Miglioriamo, allora.

      Report

      Rispondi

  • neottolemo

    14 Febbraio 2015 - 14:02

    commento 2: Come ho già detto infinite volte, quando in un paese si commettono tanti errori come nel nostro caso, è impossibile correggerne le conseguenze, occorre che tutto si compia come d'altra parte è stato disegnato.Tutti possono ora lamentarsi di questo e di quello ma il risultato non cambierà.E qualunque nuovo progetto non farà che aggravare la situazione.

    Report

    Rispondi

  • ortensia

    14 Febbraio 2015 - 13:01

    Certo che Berlusconi aveva ragione sulla Libia. Chissa' quanti cagasotto attuali leccherebbero ora il Kulo a Gheddafi , anche quelli che torcevano il naso quando Berlusconi gli bacio' la mano. Loro, da quei beghini che sono, sono invece bravissimi a sfiorare con le labbra l'anello di quel gesuita di Francesco e quello dei vari cardinali baciabimbi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog