Cerca

Interessi di partito

Renzi a Cantone: candidati per il Pd in Campania

Renzi a Cantone: candidati per il Pd in Campania

Il quotidiano La Repubblica definisce il colloquio di qualche giorno fa "riservatissimo". E c'è da crederci. Visto che l'esito di quel faccia a faccia avrebbe potuto essere l'ennesimo colpo di mano di Matteo renzi. Di più: una specie di "furto" al Paese. Ma l'altro ha detto di no. "L'altro" è Raffaele Cantone, magistrato e presidente dell'Anac, l'Authorithy nazionale anti-corruzione. L'uomo che, appena pochi mesi fa, lo stesso renzi aveva nominato per fare da garante dopo gli scandali-corruzione del Mose e dell'Expo. Risultato: Cantone lavora bene, Expo riparte spedito e senza scandali. Insomma, la scelta è azzeccata, Cantone è stimato da tutti. Tanto che renzi cosa ti pensa? Di candidarlo tra le file del Pd in Campania per porre fine alla questione primarie che si risolverebbe nella solita faida fratricida. E eliminare qualsiasi chance di vittoria del candidato del centrodestra Caldoro. Ovvio che quel colloquio Renzi-Cantone dovesse restare ridervato. Perchè definire la corruzione il peggior cancro del Paese, trovarvi una cura (Cantone) e poi, dopo pochi mesi, usare quella cura per interessi di partito non è esattamente sinonimo di coerenza e di responsabilità istituzionale. Cantone, comunque, ha rifiutato. Lui, sì, coerente, avrebbe replicato al premier che "non sarebbe serio mollare tutto adesso e cominciare un lavoro da governatore".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giuseppesangreg

    14 Febbraio 2015 - 12:12

    Che il partito venga prima degli interessi italiani è nei cromosomi del Pd e prima ancora del defunto Pci. E' triste che gli italiani non l'abbiano ancora capito.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    14 Febbraio 2015 - 11:11

    Domanda: ma adesso che Matteo ha giocato al rivoluzionario, senza peraltro rivoluzionare nulla, il costo del Referendum confermativo se lo accolla lui? Un Presidente del Consiglio in carica a seguito di una manovra di palazzo, vara a maggioranza con il voto di un parlamento deserto e delegittimato dalla Consulta una riforma che è 1 vera presa x il c..o! Se lo avesse fatto B, sai quanti girotondi?

    Report

    Rispondi

  • jerico

    14 Febbraio 2015 - 10:10

    Ci troviamo con un Renzi a Capo del Governo per colpa di Napolitano,che ha gestito la politica in Italia,come se fosse una dependance del PD, vergognoso !Non c'è stato nessuno in Parlamento, che abbia avuto il coraggio di chiedere l'impeachment per l'ex Presidente,questo è altrettanto vergognoso! Una manica di buffoni di Stato !

    Report

    Rispondi

  • deltabravo

    14 Febbraio 2015 - 10:10

    Renzi o ronzino mi scuso con il ronzino che lui è di razza pura Renzi è razza da bifolco e menefreghista elevato alla massima potenza tassariolo di mestiere e mangiaparole dall'altra ma presto cadrai anche tu e che tonfo farai

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog