Cerca

La rilevazione per il TgLa7

Sondaggio Emg per Mentana, Lega Nord e M5S volano. Forza Italia a picco

Sondaggio Emg per Mentana, Lega Nord e M5S volano. Forza Italia a picco

Crescono Salvini e Grillo, a picco Forza Italia, tiene (sia pure in calo) il Pd. L'ormai tradizionale sondaggio del lunedì di Emg/Acqua per il TgLa7 di Enrico Mentana fotografa un'opinione pubblica che si sta spostando sul fronte dell'opposizione. La guerra in Parlamento tra governo da un lato e M5S, Lega Nord e Sel dall'altra, con scazzottate, insulti, sedute notturne e accuse reciproche di fascismo, ha evidentemente colpito gli italiani. E i risultati testimoniano come la fiducia di molti nel premier si stia assottigliando. In più c'è la sorpresa del gradimento dei leader: in testa non c'è Renzi, dominatore nell'ultimo anno, ma il neo-presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La Lega stacca Forza Italia - Il Pd, naturalmente, era e resta il primo partito al 37,1% in lievissimo calo dello 0,1. Alle spalle dei democratici, però, salgono sia Movimento 5 Stelle sia Lega Nord. I grillini, dopo mesi di sofferenze nei sondaggi, guadagnano lo 0,6 fissandosi al 19,8%, mentre il Carroccio di Salvini è sempre più terzo partito (e primo del centrodestra) al 15,5% (+0,3). Ancora in calo, vistoso, Forza Italia: gli azzurri sono ora al 12% tondo, lo 0,4 in meno rispetto a una settimana fa. Il passaggio da appoggio-ombra all'esecutivo a opposizione, evidentemente, non è stato ancora metabolizzato o comunque non ha convinto gli intervistati. Tra i partiti "minori", per usare un'espressione cara a Renzi, calano Sel (4,1%, -0,3) e Ncd-Udc (al 3,2%, -0,5), mentre sale sia pur di poco Fratelli d'Italia-An (+0,2, ora al 3,8%). Alla luce di questi numeri, resta invariato il divario tra centrosinistra e centrodestra, calati entrambi dello 0,4 e rispettivamente al 42,4 e al 34,5%, con il M5S come detto al 19,8 per cento.

Mattarella leader più gradito (ma...) - La novità più pesante arriva però dal fronte dei leader, dove Mattarella guida con il 48% davanti a Renzi (34%), Matteo Salvini (23%), Giorgia Meloni (16%), Silvio Berlusconi (15%), Beppe Grillo (14%, +1), Angelino Alfano (12%) e Nichi Vendola (10%). Il neo-presidente della Repubblica è primo in questa speciale classifica, dunque, ma non sfonda: un indice di fiducia al di sotto del 50% a mandato appena iniziato, infatti, è un gradimento piuttosto tiepido. Ma il Capo dello Stato, silenzioso e riflessivo, non si scomporrà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nadar56

    25 Maggio 2015 - 00:12

    Ma come cavolo si fa ad affermare simili idiozie…ma che razza di sondaggi sono, Renzi ancora al 34% di preferenze tra i leader politici? Tutto pilotato alla perfezione…Renzi sta andando a picco con tutta la becera partitocrazia italiana, tra non molto l'onestà sarà di moda in molte regioni e comuni italiani.

    Report

    Rispondi

  • IlSupervisore

    18 Febbraio 2015 - 11:11

    Alfano al 12% ...ma va...dove hanno fatto i sondaggi...tra i mafiosi?

    Report

    Rispondi

  • satanik

    17 Febbraio 2015 - 19:07

    Sondaggi inventati dai comunisti ,come le altre volte pd su f.i. giù invece sempre alla pari contando che i comunisti votano compatti,quelli del centro destra no (nemmeno quello sanno fare poveracci)

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    17 Febbraio 2015 - 19:07

    ANGELINO.......al 12 % di gradimento ?????? per quali meriti ?????? è solo un lecchino e per giunta anche un incapace !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog