Cerca

Mario di guerra

F35, Monti: Decisione di D'Alema con accordo Berlusconi e Prodi

Monti: "sulla polemica per l'acquisto di mezzi militari: "La responsabilità della spesa è dei governi precedenti. E comunque risparmieremo"

Un caccia F35

Un caccia F35

Il Professor scaricabarile. Nella conferenza stampa in cui ha presentato le linee guida del suo programma sul lavoro - tradendo l'intento di voler alzare ancora l'età pensionabile - il premier Mario Monti ha parlato anche della polemica sui caccia F35 acquistati dall'Italia, nonostante tutte le chiacchiere su austerity e spending review. Il Professore ha risposto ai giornalisti di Presadiretta, che al tema dedica una puntata in onda domenica sera sulla Rai. E che fa, Monti? Scarica il barile, appunto. "E' utile qui ricordare che l'Italia ha aderito al programma F35 nel 1999 con il governo D'Alema, ha confermato la partecipazione con il secondo governo Berlusconi nel 2002 e poi ci sono stati ulteriori passi fatti dal governo Prodi e nel febbraio 2009 dal governo Berlusconi". Altri tempi, insomma, in cui crisi, tagli e tasse non erano in vista. 

Secondo Mario risparmieremo - Ma Monti prosegue nella sua difesa, e aggiunge che "il nostro governo è stato l'unico a ridurre il numero degli F35 da 131 a 90". Un taglietto, insomma. Secondo il Professore l'acquisto dei caccia rappresenterà un risparmio a medio termine poiché "i 90 F35 andranno a sostituire gli oltre 250 velivoli ora in uso. Questo - ha proseguito - comporterà un deciso contenimento dei costi di manutenzione e di esercizio, si spenderà meno e si avrà un significativo miglioramento di qualità e di efficienza operativa". Il premier uscente ha concluso spiegando che "la partecipazione al programma F35 è giustificato da ragioni strategiche, industriali e di efficienza economica, assicurando la coerenza con gli indirizzi strategici decisi in sede Nato e in sede Ue".    

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lillignocchi1

    04 Febbraio 2013 - 09:09

    Bisogna riconoscere che si e' calato bene nella parte...e' diventato un "vero" Politico....che schifo!!! Il bello e' che NON lo abbiamo voluto noi!!!

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    03 Febbraio 2013 - 20:08

    punto 1°,non sono un guerrafondaio,ma solo un cittadino"cosciente"del fatto che é per la sicurezza nazionale,é per gli accordi internazionali sosttoscritti con altri paesi,dei mezzi militari ci vogliono!il tornado,è entrato in linea nei primissimi anni 80,ed è quasi giunto al limite della vita operativa,e tra un pò non potrà più volare!stesso discorso per gli infelici AMX e gli Harrier della Marina!l'EF 2000 è principalmente un intercettore,anche se può svolgere da cacciabombardiere!il problema è che ne sono stati acquistati"pochi"!sempre per ragioni di bilancio!qualcuno,nel 1999,aveva consigliato piuttosto che imbarcarsi nello JSF,di acquistare più EF,in versione CB,assegnadogli gli stessi compiti del Tornado e dell'AMX(per alcuni),ma non fù ascoltato!comunque anche la GB che ha voluto l'EF CB,sta acquistando lo F35!gli"elicotteri"fanno un"altro" lavoro(credo)!

    Report

    Rispondi

  • ludvig53

    03 Febbraio 2013 - 19:07

    se il suo obiettivo consiste nel fabbricare armi per assicurare lavoro qualificato alle aziende italiane,potrebbe proporre di legalizzare armi leggere per i cittadini così la beretta le sarebbe grata. lei è per caso un guerrafondaio ?

    Report

    Rispondi

  • ludvig53

    03 Febbraio 2013 - 18:06

    per quello che sono stati usati fino ad ora i nostri aerei militari,lei che se ne intende,mi dice cosa possono dare gli f35 che non possono fare i vari tornado,eurofighter ed elicotteri agusta ???

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog