Cerca

Leader in pectore

Giorgia Meloni: "Matteo Salvini? Tra me e lui molte differenze. Silvio Berlusconi? Non è più un goleador"

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni parla da leader. E da vero leader distribuisce giudizi. Il primo è su Matteo Salvini. Alleato sì, ma fino ad un certo punto. Intervistata da Affaritaliani, spiega: "Abbiamo lanciato un fronte anti-Renzi per mettere in Rete le iniziative che stiamo organizzando contro questo governo che ha solamente la capacità di alzare le tasse e fare favori agli amici garantendo totale insicurezza agli italiani. Per cui abbiamo messo in Rete alcune manifestazioni che stanno organizzando loro insieme ad altre che stiamo organizzando noi di Fratelli d'Italia, in particolar modo una che stiamo convocando per sabato 7 marzo". Però poi la Meloni aggiunge: "Se andiamo verso un partito unico Lega Nord-Fratelli d'Italia? Mi sembra abbastanza fantapolitica. Nonostante la collaborazione, ci sono ancora molte differenze tra noi e la Lega che sono dirimenti. Primo fra tutti la famosa vicenda della secessione che, per noi che siamo un movimento che si chiama Fratelli d'Italia e che mette l'interesse nazionale e l'unità nazionale e il concetto di patria al primo posto, diventa abbastanza dirimente. Noi con la Lega abbiamo buoni rapporti, condividiamo tante battaglie...però da questo a essere una cosa unica ce ne passa".

Il Cavaliere - Nella lunga intervista si parla poi di Silvio Berlusconi: è ancora il leader del centrodestra? E in caso di elezioni politiche come si sceglierà il candidato premier? La Meloni ha le idee chiare: "Il candidato premier si sceglie con le primarie e questo io lo dico da quando stavo nel Pdl, figuariamoci se non lo dico adesso. L'incapacità del Centrodestra di rinnovarsi è uno dei motivi che mi hanno allontanato dal Pdl, quindi credo che sia il tempo di nuovi leader, di nuove idee, di un nuovo modo di pensare la politica e anche di un nuovo modo di pensare il Centrodestra". E sul futuro ruolo del Cavaliere, la Meloni spiega: "Berlusconi è Berlusconi. Per carità, è una figura sicuramente importante ma non penso che possa giocare da goleador, anche se non sono ferratissima sul calcio". Per ultima una battuta su Raffaele Fitto: ne condivide la battaglia in Forza Italia? "Non mi infilo nelle diatribe degli altri movimenti - risponde la Meloni ad Affaritaliani -, non mi sembra giusto. Per me parlano le mie battaglie e alcune cose che Fitto dice io le ho dette prima di andarmente, quando ho fatto le mie scelte all'interno di quello che era il Pdl. Alcune battaglie di Fitto le condivido".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • burbero2

    06 Marzo 2015 - 17:05

    prova lampante di quello che ho scritto altrove. Questi volevano scartare Berlusconi da tempo. La meloni l'ha tradito prima e fitto lo sta facendo adesso. Come faceva a chiedere le primarie e dopo che non l'ha ottenute è andata via da FI, quando le votazioni hanno sempre dato a Berlusconi, il triplo o quadruplo dei voti che ha ottenuto il secondo classificato Diciamo che ha favorito i sinistri.

    Report

    Rispondi

  • locatelli

    01 Marzo 2015 - 03:03

    meloni non ti bruciare se vuoi battere renzi il tuo 4%che ai non basta renzi rimmarra per altri20anni uniti possiamo vincere ma se vi offendete tra di voi addio

    Report

    Rispondi

  • giancarlobarbone

    20 Febbraio 2015 - 18:06

    Forza Italia va giù a capofitto...non lo farebbe con a capo Fitto....

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    19 Febbraio 2015 - 22:10

    Al centrodestra sta succedendo quello che era logico, previsto e prevedile. Non più Berlusconi, i suoi soldi e le sue magagne. Non è rimasto nessuno, poichè una persona voleva ed occupava il posto di tutti e per tutti. Ghe pensi mi, faccio io. E l'ha fatta la frittata.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog