Cerca

L'outing

Maurizio Landini entra in politica, per i sondaggisti vale anche il 10 per cento

Maurizio Landini entra in politica, per i sondaggisti vale anche il 10 per cento

Con l'approvazione della riforma del lavoro di Matteo Renzi, il leader della Fiom Maurizio Landini ha fatto outing sul Fatto quotidiano e messo fine al tira e molla con cui tormenta tutti da mesi in tutti (tutti) i talk show in cui è ospite: "È venuto il momento di sfidare democraticamente Renzi", insomma entra in politica, anche se solo a sera si è sprecato in una frenata poco credibile. Ma quanto può valere un partito con la guida del sindacalista? Affaritaliani.it prova a dare una risposta e c'è chi già trema dalle parti di Sel e della rediviva Rifondazione Comunista, mentre Matteo Salvini godrebbe come un riccio.

Uomo simbolo - Il sondaggista Nicola Piepoli ha detto ad affaritaliani.it che: "Landini significa Cgil, la Camusso non vuole esporsi, ma i due stanno insieme". Il valore in termini di consenso elettorale per Piepoli è: "Dal 5 all'8 per cento" mettendo insieme tutta l'area Sel, Rifondazione e lista Tsipras. A pagare sarebbe il Pd: "Potrebbe tornare al 34% - continua Piepoli - perdendo almeno 5 punti". E chissà quanti voti scapperebbero dal Movimento 5 stelle.

Fuga grillina - È proprio dal movimento di Beppe Grillo che scapperebbero più voti, secondo Alessandro Amadori di Coesis Research, che azzarda più di Piepoli e stima per i grillini: "Uno smottamento intorno al 15%", quindi Landini arriverebbe a valere: "Il 10%, come era il valore prima del cambio di marchi e sigle". A raccogliere i frutti di Landini in politica sarebbe la Lega: "Favorirebbe Salvini indubbiamente - continua Amadori - Tutto quello che porta a indebolire il Pd e i 5 stelle rafforza la Lega".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • carlostef

    23 Febbraio 2015 - 13:01

    Landini è proprio....partito

    Report

    Rispondi

  • epos

    23 Febbraio 2015 - 11:11

    Ce lo aspettavamo tutti. Ora che Landini ha perso seguito e credibilità con il suo sindacato del "no" ad oltranza anche per lui è giunto il momento di continuare a non fare niente. Ha lavorato qualche mese come saldatore, ma poi ha vissuto per 23 anni facendo il sindacalista, quindi non facendo niente, con un compenso mensile che si aggira intorno ai 2500 euro.Alla faccia dei lavoratori. Ora che i

    Report

    Rispondi

  • epos

    23 Febbraio 2015 - 11:11

    Ce lo aspettavamo tutti. Ora che Landini ha perso seguito e credibilità con il suo sindacato del "no" ad oltranza anche per lui è giunto il momento di continuare a non fare niente. Ha lavorato qualche mese come saldatore, ma poi ha vissuto per 23 anni facendo il sindacalista, quindi non facendo niente, con un compenso mensile che si aggira intorno ai 2500 euro.Alla faccia dei lavoratori. Ora che i

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    23 Febbraio 2015 - 09:09

    Questi sindacalisti non sono ancora soddisfatti di aver già mandato a picco l'Italia?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog