Cerca

Bufera nel Carroccio

Lega Nord, Matteo Salvini e Roberto Maroni contro Flavio Tosi: "Non si schieri contro Luca Zaia"

Flavio Tosi e Matteo Salvini

La frecciata, Matteo Salvini, l'ha scoccata in un'intervista al Corriere della Sera, in cui di fatto ha accusato Flavio Tosi di voler "scavalcare" la candidatura di Luca Zaia alle regionali in Veneto. Un duro affondo, quello del leader del Carroccio contro il primo cittadino di Verona, accusato anche di mancare di rispetto ai militanti per aver disertato la manifestazione contro il governo Renzi che si terrà a Roma sabato 28 febbraio: "Non è bello che un dirigente pagato dica che non sa se verrà. Per rispetto, tu, alla manifestazione vieni", ha tagliato corto Salvini. Durissima, a stretto giro di posta, è arrivata la replica di Tosi: "Io non sono pagato dalla Lega. Il mio unico stipendio è quello di sindaco".

La difesa del sindaco - Tosi si difende e ribatte colpo su colpo: "Ho già detto che la mia presenza alla manifestazione della Lega dipenderà dai miei impegni di sindaco. Nella stessa giornata a Verona sono in programma una serie di eventi importanti, in particolare fieristici, e quindi bisogna vedere se riesco a conciliare all’attività di sindaco, che è comunque il mio primo impegno, con anche la manifestazione. Comunque sono andato a tutte le manifestazioni del partito , non penso che sia questa quella determinante". Dopo aver nuovamente ventilato la possibilità di correre in Veneto, Tosi è poi tornato a denunciare le "ingerenze milanesi" sulla Liga Veneta, marcando insomma le distanze che lo separano da via Bellerio.

"Ci sono delle distanze" - La frecciata a Salvini è chiarissima: "Con lui ci sono sicuramente delle distanze. Poi in politica certe volte distanze si riescono a colmare, certe volte no. Tutti vogliono vincere in Veneto - ha aggiunto -, però ci vogliono linearità, coerenza e rispetto per le persone. Ci sono una serie di situazioni che si sovrappongono: prima di tutto le ingerenze milanesi rispetto alla Liga Veneta, indirette, e poi anche in via diretta", ha concluso Tosi.

E interviene Bobo... - Una polveriera, il Carroccio, dove non si astiene dal dire la sua neppure Roberto Maroni, che entra a gamba tesa nella questione. "Io ho interesse che la Lega torni a governare in Veneto e l'unico candidato per la Lega - afferma tranchant Bobo - è Zaia". Nel corso del suo intervento, il governatore della Lombardia ha poi aggiunto: "Il problema qual è? Fare una lista in più o in meno mi pare un dettaglio rispetto al fatto di vincere le elezioni". Interpellato a Palazzo Lombardia, Bobo ha concluso affermando che alla Lega Nord "tutto serve salvo che Tosi si metta a fare il candidato contro Zaia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • claudia42

    24 Febbraio 2015 - 17:05

    Tosi sarà sicuramente un buon amministratore visto che l'hanno rivotato ma evidentemente non vuole bene alla Lega, perché creare casino alla vigilia delle elezioni regionali vuol dire far vincere la sx. Se il partito ha scelto di ricandidare Zaia, dovrebbe dare il suo appoggio, punto. Certo che lo stipendio da sindaco non può certo essere paragonabile a quello di Governatore. Quindi...............

    Report

    Rispondi

  • cesare46

    24 Febbraio 2015 - 01:01

    Siamo alle solite, sono stati al governo e hanno fatto casini, avevano il potere di fare tutto e hanno buttato via tutto. Ora solo con previsioni di incremento si scannano già come tutti, in previsione delle poltrone. Purtroppo non sono diversi dagli altri (tutti) Vedono che Salvini emerge (a parole) e subito vogliono fare le prime donne bisbetiche e gelose.

    Report

    Rispondi

    • claudia42

      24 Febbraio 2015 - 18:06

      Mi sono anche un po' rotta di sentire che la Lega ha governato e nulla ha fatto. La devoluzione non l'ha fatta mio nonno e se gli italiani nel referendum del 2006 avessero votato a favore ora avremmo 200 deputati in meno. La riforma del lavoro l'ha fatta Maroni e Prodi l'ha cancellata . I costi standard li ha voluti la Lega, mancavano solo i decreti attuativi quando il Governo é caduto. Capito!

      Report

      Rispondi

      • fonty

        fonty

        25 Febbraio 2015 - 14:02

        Lei Claudia ha ampiamente ragione, ma i detrattori a prescindere non lo ammetteranno mai, come quelli che accusano la destra di aver governato negli ultimi 20 anni, dimenticando che la destra ha governato 9 anni scarsi, gli altri per il resto. Chi vuol capire capisca.

        Report

        Rispondi

  • filen

    filen

    23 Febbraio 2015 - 20:08

    Caro tosi se ti presenterai con una tua lista consegnerai il veneto alla sinistra e mo son cazzi tuoi dopo

    Report

    Rispondi

  • ramadan

    23 Febbraio 2015 - 19:07

    tosi mi sembra una persona, seria, onesta ed equilibrata per questo bisognerebbe dargli massima fiducia. salvini sarà anche onesto ma non è equilibrato ed è anche poco serie perchè fa promesse che non potrà mantenere ( e lui lo sa bene ).

    Report

    Rispondi

    • fonty

      fonty

      25 Febbraio 2015 - 14:02

      Tosi è tanto equilibrato che vorrebbe portare la lega con Passera, il banchiere amico dei finanzieri del Bilderberg, quelli che stanno affamando l'Italia e con l'NCD di Alfano e compagni di merende, legati a doppio filo a Renzi per poltronismo. Questi personaggi è meglio perderli che trovarli, anche a costo di perdere le elezioni regionali.

      Report

      Rispondi

blog