Cerca

Asso piglia tutto

Piera Detassis a capo del Festival di Roma: torna a crescere la rete dei fedelissimi di Walter Veltroni

Piera Detassis a capo del Festival di Roma: torna a crescere la rete dei fedelissimi di Walter Veltroni

Il mondo della cultura che conta trema dopo l'improvviso rigurgito di veltronismo che sta riconquistando la Capitale. L'ex leader del Pd Walter Veltroni sembrava sparito dai radar della politica, il suo nome era ricomparso timido come candidato al Quirinale, ma solo chi lo conosce poco poteva cascarci: Walter da mesi punta a ben più stuzzicanti ruoli, per esempio alla poltrona più grossa di viale Mazzini.

Sta tornando - Racconta il Corriere della sera come l'ex sindaco di Roma stia rimettendo in piedi una rete capillare occupando diversi posti chiave nel mondo culturale romano con un po' di fedelissimi. L'ultima conquista è la nomina di Piera Detassis, già direttrice Ciak e biografa di San Walter, a presidente del Festival del Cinema di Roma. Aveva già fatto chiacchierare di sé nel 2012 la scelta alla guida della Fondazione Maxxi di Roma di Giovanna Melandri, sponsorizzata addirittura dal governo Monti.

Spider man - Come l'uomo ragno, Walter ha spruzzato un altro pezzo di rete anche sul teatro dell'Opera, dove è stata nominata nel consiglio d'amministrazione Maria Pia Ammirati. Scrittrice, già capostruttura di Unomattina, fino a poco fa le ragnatele le crescevano sulle spalle per il noioso incarico da direttrice di Rai Teche. Veltroni continua a dire la sua anche al Campidoglio. Una discepola veltroniana come Giovanna Marinelli si è guadagnata la guida dell'assessorato alla Cultura romano. La Marinella era capo del Dipartimento Cultura del Comune di Roma, storica collaboratrice di Gianni Borgna, quest'ultimo vero braccio operativo del sindaco Walter del quale ha fatto l'assessore alla Cultura. Una breccia nel muro di Marino che ha aperto la strada a Carlo Fuortes, già presidente di Musica per Roma e contestatissimo sovrintendente dell'Opera. All'Auditorium capitolino serviva riempira la casella lasciata da Fuores. E allora chi meglio di un altro fedelissimo: Giorgio Van Straten, ex cda Rai, scrittore anche lui e compagnia preferita di Walter sotto l'ombrellone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    24 Febbraio 2015 - 16:04

    E' il caso tipico in cui c'è da dire che le copie sono peggio dell'originale.......

    Report

    Rispondi

blog