Cerca

Il sondaggio

Sondaggio Piepoli, Pd vola con Jobs acr, crolla FI, ma cresce il leader Matteo Salvini con la Lega

Sondaggio Piepoli, Pd vola con Jobs acr, crolla FI, ma cresce il leader Matteo Salvini con la Lega

Da un lato la riforma del lavoro che fa guadagnare punti al Partito democratico, dall'altro le spaccature all'interno di Forza Italia e l'intensificarsi dell'attività delle Procure attorno a Silvio Berlusconi che affossano Forza Italia. Le vicende dell'ultima settimana non potevano dare uno scenario diverso da quello emerso con il sondaggio dell'Istituto Piepoli pubblicato da affaritaliani.it. Secondo la rilevazione del 23 febbraio, il partito di Matteo Renzi arriva a quota 39%, guadagnando un punto negli ultimi sette giorni. Nel centrosinistra compare solo Sel che cade sul 4% perdendo mezzo punto. Nel centrodestra è Forza Italia a registrare un altro minimo con l'11% (-0,5%). Ma la vera sorpresa sta nel pareggio che la Lega nord registra con il Movimento 5 stelle, il partito di Matteo Salvini secondo Piepoli ha raggiunto il 16% mentre il movimento grillino è in calo al 16,5%, a fronte del 17% della scorsa settimana. Senza scossoni gli ultimi sette giorni per Ncd al 4,5% e Fratelli d'Italia al 3,5%.

Leader - Per l'istituto Piepoli il personaggio politico più apprezzato è il presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il 77%, Matteo Renzi non guadagna punti e rimane fermo al 51%. Lo segue, avvicinandosi, Matteo Salvini che dal 24 è passato al 27%. Dietro di lui Silvio Berlusconi al 16% e Beppe Grillo al 12%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • naste

    26 Febbraio 2015 - 19:07

    Salvini? L'unico che arriva diretto. Ultima carta da giocare poi.... il nulla!!!

    Report

    Rispondi

  • maiPD

    maiPD

    26 Febbraio 2015 - 14:02

    unica e ultima speranza per l'ex belpaese e' Salvini.

    Report

    Rispondi

  • zydeco

    26 Febbraio 2015 - 12:12

    Una volta per stabilire chi andava bene e chi male si facevano le elezioni. Adesso si fanno i sondaggi. Fra un po' arrivera' l'Isis e non si faranno piu' neanche quelli. Meno male che a prendersi cura delle sorti dell'Iialia ora c'e' il trio Lescano: Renzi, Gentiloni e Pinotti.

    Report

    Rispondi

  • marco53

    26 Febbraio 2015 - 12:12

    Mi chiedo anche come possa esistere in Italia un 4,5% di coglioni che vota per il partito (innominabile) del Ministro dell'Invasione Alf-Ano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog