Cerca

Centrodestra spaccato

Forza Italia, Silvio Berlusconi contro Matteo Salvini: "Inaffidabile, è il miglior alleato di Renzi". Ora il Cav ha un piano

Forza Italia, Silvio Berlusconi contro Matteo Salvini: "Inaffidabile, è il miglior alleato di Renzi". Ora il Cav ha un piano

Un Cavaliere furioso, amareggiato dal "tradimento" di Matteo Salvini. Così i giornali descrivono Silvio Berlusconi una volta apprese le dichiarazioni del leader leghista. "Siamo diversi, niente accordi tra Lega Nord e Forza Italia", ha tuonato il segretario del Carroccio lanciando, di fatto, la corsa solitaria alle regionali di maggio. "Non c'è niente da fare, questo Salvini è inaffidabile - avrebbe commentato Berlusconi con i suoi -. E soprattutto si è messo a fare il gioco di Renzi". Che riferito al politico che più di tutti, in queste settimane, ricorda di voler mandare il premier a casa (ha intitolato così persino il suo tour elettorale in giro per lo Stivale...) suona un po' come una bocciatura definitiva. 

Il rebus delle alleanze - "Pensare che l'ultima volta che ci siamo visti ad Arcore - spiega ancora Berlusconi secondo quanto riferito da Tommaso Labate sul Corriere della Sera - sembrava che fossimo d'accordo, eravamo rimasti che si sarebbe fatto di tutto per ricostruire un centrodestra che potesse battere i candidati di Renzi alle regionali: tutte chiacchiere". Anche Giovanni Toti, eurodeputato forzista e consigliere tra i più ascoltati dall'ex premier, è andato giù pesante con il leghista: "Salvini esulta quando guadagna qualche zero virgola nei sondaggi. Ma se continua così perderà tutte le caselle dove la Lega governa".

La strategia di Berlusconi - Una minaccia, anche se velata. E il contrattacco di Berlusconi, infatti, passerà proprio dalle imminenti elezioni regionali. La prima mossa è prevista per domenica, dopo la grande manifestazione organizzata da Salvini a Roma. Il commento del Cavaliere sarebbe già pronto e il tenore al momento è tutt'altro che benevolo: "Salvini sta facendo l'esatto contrario di quello che dice - questa potrebbe essere l'accusa -. Sta facendo esattamente il gioco del premier, è un suo alleato, anche più di Alfano. Altro che nemico... Perché l'unico modo che abbiamo per battere il Pd renziano già alle regionali è quello di presentarci tutti insieme. Se lui mette veti, come sta facendo, si perde". Il riferimento diretto è al Veneto, dove Salvini e il candidato governatore Luca Zaia stanno combattendo una guerra intestina con il sindaco di Verona Flavio Tosi, che chiede un'apertura dell'alleanza a Ncd di Alfano. Di sicuro, però, Forza Italia non appoggerà le eventuali ambizioni "soliste" di Tosi, ma altrettanto sicuramente giocherà sui malumori dello stesso Zaia e di Roberto Maroni per la linea dura di Salvini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cell43

    01 Marzo 2015 - 14:02

    A questa destra di Tafazzi si e' aggiunto Salvini più si picchiano sulle palle più sono contenti. Fare politica e far vincere l'avversario. Avevo fatto un pensierino per Salvini,ma mi sono subito pentito dopo i suoi comportamenti di questi giorni. Non voterò.

    Report

    Rispondi

  • mina2612

    01 Marzo 2015 - 11:11

    Berlusconi ha avuto la sfortuna di nascere politicamente vent'anni prima, quando nessuno ancora capiva le sue riforme e la rivoluzione che voleva mettere in atto e che stanno ora emergendo, anche se a fatica. E le legnate che ha preso sui denti in questi anni lo dimostrano. Salvini è un altro Grillo, un altro Al.Fini.. che crede di essere chissà chi, ma è un emerito nessuno che farà la loro fine.

    Report

    Rispondi

  • pastello

    28 Febbraio 2015 - 20:08

    In vent'anni non ne hai azzeccata una. Sta un po' zitto per favore e non rompere più i coglioni.

    Report

    Rispondi

  • giacomino2010

    28 Febbraio 2015 - 19:07

    allontanandosi da forza italia i voti andranno a grillo che sembra piu'affidabile

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog