Cerca

Centrodestra

Lega Nord, a Roma con Kubitschek di Pegida. E Fontana chiarisce su Tosi: "Lui parla con Alfano e Passera, io con la Le Pen"

Lega Nord, a Roma con Kubitschek di Pegida. E Fontana chiarisce su Tosi: "Lui parla con Alfano e Passera, io con la Le Pen"

"Pegida e Kubitschek possono dare un contributo importante alla nostra causa in Europa, perché è il movimento che più di ogni altro ha fatto emergere il grande pericolo a cui i politici di Bruxelles ci stanno sottoponendo". Così l'eurodeputato leghista Lorenzo Fontana commenta la partecipazione di Pegida all'appuntamento della Lega Nord di sabato a Roma. Il movimento nato a Dresda lo scorso ottobre, troverebbe nelle posizioni di Matteo Salvini e dei suoi una certa sincronia: lotta alle politiche di Bruxelles e della Merkel e rifiuto di nostalgismi, prese di posizione del passato, etichette destra/sinistra. E, naturalmente, posizioni dure su immigrazione

Nodi culturali - A rappresentare la sigla tedesca è l'intellettuale Goetz Kubitschek, di professione editore e promotore di un recupero dello stile di vita tedesco. La scelta di inviare lui nella Capitale non è affatto casuale: politica sì, ma anche ricomposizione di un tessuto culturale continentale messo in crisi dai flussi migratori e dalla globalizzazione. L'obiettivo sarebbe quello di creare dei nodi culturali con gli altri movimenti europei.

Il convegno - Come anticipato da Libero, prima della manifestazione pomeridiana Salvini, Fontana e gli ospiti tedeschi e francesi prenderanno parte ad un incontro organizzato da Il Talebano. Un appuntamento non di secondo piano: stando a quanto ci spiegano gli organizzatori, LN, Pegida e gli altri movimenti amici non vogliono apparire solo come urla contro la classe politica nazionale e comunitaria, ma trasformare la giornata in momento di confronto e di dibattito sul futuro dell'identità europea.

Umbria e Lazio - Al fianco dei guest di Dresda e di Parigi, anche diverse comunità italiane che, alla crisi di partiti/chimere, rispondono recuperando i concetti di comunità e di gruppo umano, per condividere e preservare valori che esulano dalla contrapposizione ideologica. Tra le associazioni invitate all'evento mattutino, Movimento per la Tuscia da Viterbo e Laboratorio culturale Triskelion da Perugia che testimoniano l'attenzione di una parte del centro Italia al progetto del Talebano e di Salvini. E che l'“altro” Matteo possa far breccia anche in Umbria non è scontato: banco di prova saranno le prossime regionali. Il candidato civico Ricci (già sindaco di Assisi) ha ricevuto l'apprezzamento del leader leghista. E il suo "modello alla francese", che si fonda solo sulle persone che si mettono al servizio per le comunità, potrebbe essere in linea con il superamento degli steccati ideologici proposti proprio dalla LN.

Sempre con Marine - Intanto, la scelta di restare al fianco dei "Frontisti" d'oltralpe non si è incrinata, anzi si è rafforzata. Strategico in questo senso, sembra essere stato l'invito a Philippe Vardon, giornalista francese che parteciperà sia alla manifestazione che alla conferenza de Il Talebano. Passato alle cronache per avere fondato il Bloc Identitaire, movimento politico giovanile francese considerato vicino alla Nouvelle Droite, è già da diversi mesi che Vardon è passato ad essere da militante a punto di riferimento intellettuale e giornalistico del Bloc, intessendo anche ottimi rapporti con il Front National. In questi termini, dunque, il suo invito a Roma non è da leggersi come la ricerca di un concorrente francese al movimento di Marine Le Pen, ma al contrario la volontà di rafforzare ulteriormente i legami con i movimenti d'Oltralpe organici al FN. Come ha infatti ricordato Fontana, intervistato da Enrico Santi, è stato proprio lui "a far incontrare Matteo e Marine" e il FN "resta il mio interlocutore". Quanto alle divergenze politiche con Tosi spiega che "lui (Tosi, ndr) preferisce Corrado Passera, per me è difficile seguirlo ed è difficile farlo anche se parla con Alfano, ministro del Governo Renzi".

di Marco Petrelli e Luca Steinmann
@marco_petrelli
@luca_steinmann1

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • routier

    22 Aprile 2015 - 16:04

    Se la statura di un politico si deduce dai suoi interlocutori, gli avversari di Salvini non ne escono bene.

    Report

    Rispondi

blog