Cerca

La beffa

De Magistris, ora lo Stato paga per i suoi errori da pm

De Magistris, ora lo Stato paga per i suoi errori da pm

Un errore da 26mila euro. Che lo Stato adesso deve pagare. Tra i protagonisti di questi errori anche  Luigi De Magistris, oggi sindaco di Napoli. Il tribunale di Salerno ha infatti condannato (per “errori inescusabili”) la procura di Catanzaro che nel 2004 indagò il magistrato di Cassazione Paolo Antonio Bruno per associazione mafiosa. Il magistrato fu assolto, ma ora palazzo Chigi deve sborsare 26 mila euro per quell’inchiesta. E’ l’ultimo caso di risarcimento regolato secondo la legge Vassalli.

La riforma sulla responsabilità civile - A breve entrerà in vigore la nuova legge Orlando, quella sulla responsabilità civile dei magistrati, e a quel punto sarà il magistrato a pagare, fino a metà dell’annualità dello stipendio. Secondo il tribunale di Salerno, i magistrati di Catanzaro hanno avuto più di una pecca nel condurre l’indagine: “Fin dall’inizio dell’inchiesta mancava qualsiasi elemento, sia pure di mero sospetto, idonea a sorreggere l’accusa come prospettata”.  A firmare l’indagine furono il procuratore capo di Catanzaro Mariano Lombardi (deceduto nel 20110), il pm Luigi De Magistris e l’aggiunto Mario Spagnuolo. Secondo l’accusa a Reggio Calabria ci sarebbe stato un comitato di affari che avrebbe cercato di condizionare i magistrati dell’Antimafia per fermare le inchieste. L’inchiesta si fermò in primo grado con l’assoluzione di tutti gli imputati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Yossi

    02 Marzo 2015 - 18:06

    Cosa volete che siano 26.000 mila Euro se paragonati allo scempio di Napoli che si compie tutti i giorni ? Tanto non paga mai nessuno, la storia insegna che anche nei casi più gravi, mi riferisco al povero Tortora, hanno fatto pure carriera.

    Report

    Rispondi

  • aresfin

    aresfin

    02 Marzo 2015 - 14:02

    "Fin dall'inizio mancava qualsiasi elemento di sospetto". A me pare un tipico caso di malagiustizia. Perchè fare pagare a noi le maialate di questo buffoncello? Subito un bel processo e richiesta dei danni verso gli Italiani, questa sarebbe la vera giustizia!

    Report

    Rispondi

  • jerico

    02 Marzo 2015 - 13:01

    Visto che De Magistris a Napoli e Vincenzo De Luca a Salerno sono stati reintegrati dal TAR nella loro carica a Sindaco, perché il Cav.non si è rivolto al TAR per essere riammesso al Senato ?I suoi avvocati che fanno, dormono ?La legge Severino ,retroattiva ?Una cazzata per eliminare il leader dell'opposizione,tutto di stampo sovietico,una volta c'era il plotone d'esecuzione...

    Report

    Rispondi

  • umberto2312

    02 Marzo 2015 - 13:01

    Si, farà ancora il sindaco perché quegli imbecilli di napoletani lo voteranno ancora.

    Report

    Rispondi

blog