Cerca

La reazione

Monti va all'attacco: Cav vuole comprare i voti coi soldi degli italiani

Mario Monti

 

La proposta-choc di Silvio Berlusconi di restiuire l'Imu agli italiani ha scatenato un terremoto politico. Il premier dimissionario Monti evoca addirittura la figura di Achille Lauro. Intervistato da Rtl 102,5 dice: "50 anni fa c'era chi prometteva in cambio dei voti qualche chilo di pasta, o una scarpa con riserva di dare l’altra a voto ottenuto, ma questa - incalza - è la prima volta che, in modo scientifico, si comprano voti degli italiani con i soldi che gli italiani stessi hanno dovuto versare per tappare i buchi di bilancio creati da chi aveva lasciato quei buchi governando per 8 negli ultimi 10 anni, cioè da Berlusconi stesso".   Si tratta dunque di "un tentativo di rendere appetibile il voto a un certo partito promettendo la riduzione o il rimborso delle tasse pagate, senza grande attenzione agli equilibri finanziari".  

 

Rapporti con Bersani L'affondo di Mario Monti prosegue parlando al passato "Berlusconi" non è nuovo a promesse, io stesso - ricorda - fui sensibile a quella della rivoluzione liberale che non ci fu, come poi la riduzione delle tasse non c'è stata con i governi Berlusconi".   Insomma, aggiunge, "è la quarta volta che Berlusconi promette e credo che gli italiani abbiano abbastanza memoria, se no vuol dire che è proprio questo che vogliono". E’ Silvio Berlusconi, e il suo programma di governo, che potrebbe avere influssi negativi sullo spread e, nel caso, provocare quella manovra aggiuntiva che ora Monti esclude. Dai microfoni di Rtl 102.5, il Professore rileva che   "siccome il saldo del bilancio pubblico, il pareggio nel 2013, avventatamente anticipato - accusa - da Berlusconi, è definito in termini strutturali, quindi un eventuale andamento del Pil meno buono non avrebbe effetto di per sè e non richiederebbe manovre ulteriori". "Se vince Bersani - risponde alle domande - ci penserà lui".   Dopo di che, sempre a proposito delle relazioni con Bersani, "forse sono stato male interpretato ma chiunque vinca, anche se ovviamente ci sono differenze se no sarebbe tutto lo stesso governo e lo stesso programma, questo avrà effetti per il resto dei mesi dal giorno dell’entrata al potere sino a fine anno". "E' evidente - riprende - che alcun effetti economici e soprattutto finaziari si potranno verificare molto presto", e allora "per esempio, se si votasse domani e se la comunità finanziaria valutasse il programma di questo Berlsuconi, come si sta configurando, immagino che qualche increspatura nei tassi di interesse potrebbe verificarsi".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • al59ma63

    05 Febbraio 2013 - 20:08

    E' la prima volta che sento un candidato accusarne un altro perche' ha fatto campagna elettorale su fatti concreti e palpabili. Credo non si debba permettere questo individuo di criticare chi vuole riparare ad un errore fatto da Monti stesso, e si ricordi una cosa Monti, che i soldi dell' IMU sono i NOSTRI e non a sua disposizione per sovvenzionare banche fallite tecnicamente per incapacita' addirittura del suo alleato e adepti vari!

    Report

    Rispondi

  • routier

    05 Febbraio 2013 - 12:12

    Berlusconi chiede voti che che gli elettori possono dare o rifiutare. Monti ci ha chiesto soldi e sacrifici a non finire. Anche a lui potevamo rifiutarli? Non sarebbe ora di svegliarsi? Quello che più mi stupisce è che,dati i pregressi, il partito di Monti,nei sondaggi,non sia allo zero virgola zero per cento.

    Report

    Rispondi

  • alejob

    05 Febbraio 2013 - 11:11

    Tu dici che Berlusconi vuole comprare i voti degli Italiani. Cosa vai tu a fare all'Estero, a comprare noccioline?. Chi ti autorizza, dal momento che ti sei dimesso, di andare a spese dello STATO a farti vedere come grande conduttore dell'Italia, senza l'approvazione degli Italiani. Prima conquista il potere, poi potrai rappresentarci.

    Report

    Rispondi

  • lillignocchi1

    05 Febbraio 2013 - 10:10

    Da che pulpito viene la predica, quanto ha detto potrebbe essere oggetto di denuncia. Accidenti al falso Prete, un giorno dice una cosa e il giorno successivo (visti i danni) la smentisce. e' proprio l`amico caro e devoto di Napolitano..a lungo andare le verita' vengono tutte a galla!! Purtroppo ora NOI dobbiamo pagarlo (saporitamente) e sorbircelo..

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog