Cerca

Chiarimento

Manuela Repetti cambia idea e resta in Forza Italia: decisivo un pranzo con Silvio Berlusconi

Manuela Repetti cambia idea e resta in Forza Italia: decisivo un pranzo con Silvio Berlusconi

Non scoppiano solo grane all'interno di Forza Italia. Capita, raramente, che potenziali fronti caldi si raffreddino dopo un pranzo, due ore di chiacchiere serene e una stretta di mano come saluto sull'uscio di villa San Martino con Silvio Berlusconi che dà l'arrivederci anziché un addio. La senatrice Manuela Repetti, compagna di Sandro Bondi, ha fatto un altro passo indietro e il giorno dopo l'altro passo indietro pubblicato sul Corriere della Sera, con il quale voleva lasciare Forza Italia, ha cambiato idea e rimane dov'è.

Esasperata - La senatrice di Novi Ligure aveva denunciato: "Faide interne, il cui unico fine è quello di spartire l'eredità politica... una vera e propria guerra interna a Forza Italia per la successione". Berlusconi ha letto il giornale, ha preso il telefono e ha invitato la Repetti e Bondi per un pranzo ad Arcore, soli al tavolo, senza estranei. Sentita dal Corsera, la Repetti è sembrata soddisfatta: "Io spero, guardi, lo spero tanto che questa mia storia possa contribuire a un rinnovamento del partito". Bondi ormai non vuol sentire neanche parlare di politica, per lui: "È cosa passata".

La stretta di mano - Qualche idea i due hanno provato a lanciarla e Silvio è sembrato ricettivo: "E se facessimo un confronto democratico - hanno detto i due a Berlusconi - in cui ciascuno possa partecipare con le sue idee, chiamando a raccolta le forze intellettuali per elaborare proposte politiche?". Al Cavaliere è sembrata una strada percorribile: "Perché no? Mi sembra una buona idea". Che sia stata una risposta accomodante poco importa. La Repetti si è sentita ascoltata e al momento del saluto, anziché incassare "l'abbraccio dell'addio" che Berlusconi usa per chiudere un rapporto, si è beccata una vigorosa stretta di mano, con sorriso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pinux3

    05 Marzo 2015 - 12:12

    Ma la Repetti vorrebbe far credere che in FI c'è un gruppo di potere che agisce all'insaputa del capo?

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    04 Marzo 2015 - 23:11

    La solita str0nza targata PdL!!! Fuoco e fiamme per lasciare...poi due paroline di Silvio, qualche bonifico su conti esteri.....e la redenzione arriva improvvisa!!!! Farabutti.....!!

    Report

    Rispondi

  • cartonito

    04 Marzo 2015 - 20:08

    che brutti ceffi stanno li perché la poltrona è bella e comoda ,mettiamoli seduti sopra ad un fuso per vedere se si accarezzano ancora.

    Report

    Rispondi

  • marino43

    04 Marzo 2015 - 18:06

    Questi sì sono veri duri! Credere, obbedire, combattere! Noi ce ne andiamo F.I non è più quella di una volta! Anzi no! Ehehehehe....ehehehehe...eheheheh. E noi paghiamo per mantenere queste marionette! Chissà che poesia farà su questa tragedia in famiglia! T'amo pio bove! No! Esiste già! Mi sembra di sentirli: Lui ci ha parlato e abbiamo visto la luce, stavamo perdendo la via, la verità, la vita!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog