Cerca

L'ultimo scippo

Forza Italia, Raffaele Fitto pronto alla guerra contro Silvio Berlusconi: vuole vietargli di usare il simbolo del partito

Forza Italia, Raffaele Fitto pronto alla guerra contro Silvio Berlusconi: vuole vietargli di usare il simbolo del partito

Per Silvio Berlusconi si preannuncia una nuova battaglia in tribunale. No, non c'entrano nulla le Olgettine. C'entra Raffaele Fitto: il Cavaliere, infatti, non teme soltanto di perdere (ancora) la sua libertà personale. Ma teme anche di perdere il logo di Forza Italia. Già, perché il dissidente Fitto, pur di "difendersi" nel partito che lo vuole emarginare, sarebbe pronto a una guerra di carte bollate pur di inibire l'uso del logo Forza Italia alle regionali.

L'avvertimento - Come spiega il Corriere della Sera, Fitto potrebbe rivolgersi all'avvocato Pellegrino - noto legale pugliese di centrosinistra - per difendersi dall'assedio azzurro. E non solo: come detto il dissidente starebbe pensando di vietare l'uso del simbolo alle Regionali. Una possibilità in un certo modo confermata dallo stesso Fitto, che ieri, parlando alla platea di Vibo Valentia, ha spiegato: "Qualora non ci fossero le condizioni per portare avanti la nostra battaglia, allora cercheremo di difenderci".

La "ratio" - Insomma, Berlusconi ora teme il tentativo di "scalata giudiziaria" del suo partito. Nel frattempo, e in attesa della stesura della lista per le regionali, Fitto non vorrebbe arrivare a tanto, a rivolgersi insomma ad un avvocato per fare la guerra al Cavaliere. Ma tutto è possibile. Se i nomi dei fittiani venissero "epurati" dalle liste pugliesi degli azzurri, il dissidente, sostiene il Corsera, sarebbe pronto a un'iniziativa giudiziaria. Il presupposto della possibile azione legale graviterebbe attorno allo statuto di Forza Italia, che per Fitto non verrebbe rispettato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wilegio

    wilegio

    07 Marzo 2015 - 18:06

    La scalata giudiziaria te l'hanno già fatta da quel dì! Svegliati, Cav.! O rompi i ponti con renzi , o li rompi col tuo elettorato. Non esiste una possibilità di compromesso.

    Report

    Rispondi

  • pino&pino

    07 Marzo 2015 - 15:03

    Franco Pezzali - Hai ragione: imbecilli, papponi e mignotte son tutti con Silvio.

    Report

    Rispondi

  • marino43

    07 Marzo 2015 - 15:03

    "Non mi sento riabilitato", ha detto all'uscita dell'Ufficio esecuzione pene esterne. Questo è un'affermazione che dovrebbe far pensare i giudici e non dargli libertà! La pena sia in carcere che ai servizi o quant'altro dovrebbe servire a riabilitare, a far capire al condannato il suo errore. In lui non c'è nulla di tutto questo. Un delinquente irrecuperabile.

    Report

    Rispondi

  • mimabel64

    07 Marzo 2015 - 14:02

    Raffaele che fai ....lo cacci.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog