Cerca

Nelle loro tasche

Dichiarazioni dei redditi dei parlamentari: le case di Niccolò Ghedini, la "povera" Maria Elena Boschi e la passione per Arcore di Sandro Bondi

Niccolò Ghedini e Maria Elena Boschi

Dalle dichiarazioni dei redditi dei nostri politici emergono alcuni dettagli assai interessanti. Non solo soldi, ma anche case, negozi, terreni, azioni ed auto d'epoca (queste ultime non per il ministro Stefania Giannini, che possiede una Mercedes C200 sw del 2002 e una Bmw 320 Touring del 2003). Per pescarne uno dal mazzo, Niccolò Ghedini è proprietario di cinque villini, quattro appartamenti e altrettanti negozi e cinque terreni. E ancora, nota il Corsera, quattro box, due magazzini, un ufficio e altri due uffici posseduti per il 25 per cento.

Casa ad Arcore - Dopo l'avvocato del Cav, tra i più ricchi ecco Yoram Gutgeld, consigliere economico di Matteo Renzi e deputato Pd: casa e box a Milano, altra casa e altro box a Forte dei Marmi. Per il premier, invece, "appena" due villette e un uliveto. Passando in Forza Italia, Laura Ravetto dichiara tre fabbricati (tutti a Milano). Quindi Sandro Bondi, sul quale si scopre un particolare molto curioso: anche lui, proprio come Berlusconi, ha una casa ad Arcore (oltre ad un box). Quindi Bondi denuncia una casa in comproprietà a Fivizzano, nella Lunigiana, e un ufficio a Novi Ligure.

Ricchi e poveri - C'è poi chi, come Fabrizio Cicchitto, non dichiara quasi nulla, se non l'usufrutto di un fabbricato a Roma e una Nissan Note del 2006. Povera anche Maria Elena Boschi: il suo imponibile è tra i più bassi e poi dichiara quote di Banca Etruria per poco più di mille euro. Tornando a spulciare tra i più ricchi, ecco Paolo Gentiloni, ministro degli Esteri, che dichiara azioni per 195mila euro. Tra chi adora le auto d'epoca, invece, ecco l'azzurro Gianfranco Rotondi, che dichiara un'autobianchi A112 del 1978. Renato Brunetta nel suo garage ha una Fiat 110 berlina 500 del 1968, accanto ad altri due gioielli da collezione, ossia una Lada Vaz 2121 Niva dell'89 e una Jeep Wrangler del 1996.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    08 Marzo 2015 - 22:10

    Ghedini, lo squallore. Il luccicare dei soldi. La nullità dell'anima. La difesa del padrone se sgancia soldi. L'aria pacifica...del barbaro sceso in Padania - Fronte della Gioventu', fronte fascista... 77% di assenze in Parlamento . Chi le paga le sue giornate di non lavoro pubblico? Tu, sesso pidiellino o italoforzuto.i

    Report

    Rispondi

blog