Cerca

Fine di un incubo

Processo Ruby, Berlusconi e il pianto dopo l'assoluzione

Processo Ruby, Berlusconi e il pianto dopo l'assoluzione

Sono lacrime di gioia quelle che stanotte hanno bagnato gli occhi di Silvio Berlusconi. "Assolto, mi hanno assolto", ha detto a bassa voce non appena ricevuta la telefonata di Nicolò Ghedini che gli comunicava la fine di una storia che da cinque anni gli toglieva il sonno. "È la fine di un incubo, è la fine di un incubo", ha ripetuto il leader di Forza Italia come se non credesse alla notizia. Al suo fianco, come racconta il retroscena di Carmelo Lopapa, c'era Francesca Pascale che per tutta la logorante attesa della sentenza dei giudici della Cassazione, durata sette ore, gli ha tenuto la mano facendogli coraggio. Non appena saputo della conferma dell'assoluzione gli si è lanciato al collo. C'erano i figli Marina e Piersilvio. C'era la fedelissima Maria Rosaria Rossi. "È finita come doveva, un processo che non doveva mai cominciare", si sfoga il Cav con le centinaia di persone che hanno telefonato durante la notte per congratularsi con lui. "Ma quanto tempo perso per riconoscere la mia innocenza, tutta una montatura, la mia storia sarebbe andata diversamente". "Hanno tentato in tutti i modi di infangarmi". La sentenza della Suprema Corta restituisce al Cav quella carica di cui aveva bisogno per rimettere la testa su un partito allo sfascio e ritornare protagonista attivo della vita politica italiana. "Da questo momento tenetevi pronti, sarà una nuova discesa in campo" dice a tutti al telefono. Giovanni Toti chiama da Bruxelles e quasi urla al telefono. "Evvai, ci siano, ci siamo.... Ora cambia tutto, Silvio!". A cominciare dalla legge Severino che ne impedisce il ritorno in partita come vorrebbe lui, da candidato, da eleggibile. "Quella legge andrà cambiata, adesso appare ancora più assurda", dice il Berlusconi commosso e determinato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • locatelli

    12 Marzo 2015 - 04:04

    Silvio sono contento per lassoluzione tieni duro

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    11 Marzo 2015 - 16:04

    Non pensa che prima sia meglio abolire la legge fornero? Quella che fà sì che milioni di anziani in Italia (non in Burundi...) si siano ritrovati in un sol colpo uno "scalone2 di sette anni e moltissimi altri, come me, non avranno mai una pensione, pur avendo pagato moltissimo all'inps negli anni? Chissenefrega della severino!

    Report

    Rispondi

  • semiserioso

    11 Marzo 2015 - 15:03

    mi pare cosa buona e giusta che certe toghe rosse vadano linciate dal popolo attraverso il pubblico ludibrio..mandarle a casa prima di mandarle sul rogo!!!

    Report

    Rispondi

  • scoglion

    11 Marzo 2015 - 14:02

    ora, si fosse in un paese democratico, i nostri cari magistrati dovrebbero richiamare la Sig.a Forleo, liquidata perché non abbastanza cattiva, e quelli bruti e rossi che hanno perso andare nell'isola dei famosi e rimanerci 5 anni come la durata del processo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog