Cerca

Il retroscena

Forza Italia, incontro tra Berlusconi e Verdini

7
Forza Italia, incontro tra Berlusconi e Verdini

Dopo la lettera dei diciotto "nazareni" a Silvio Berlusconi e l'ipotesi di una scissione in Forza Italia, il Cavaliere e Denis Verdini si sono incontrati per chiarire. E' rottura? Per ora no. Davanti alle colombe Fedele Confalonieri e Gianni Letta, i due sembra siano arrivati ad una tregua. Pare che Verdini abbia chiesto al Cavaliere di riflettere molto bene sul patto del Nazareno e sulla possibilità di tornare sui suoi passi in tema di riforme costituzionali e legge elettorale. Berlusconi, da parte sua, gli avrebbe fatto notare che non può cambiare idea ogni due per tre, che sarebbe solo dannoso per il partito, soprattutto Berlusconi vuole che si resti tutti uniti, ché già "c'è Raffaele Fitto che si muove in autonomia...".

Secondo Repubblica invece, Verdini e Berlusconi sono più vicini alla rottura che ad una tregua. L'incontro è stato molto teso, i toni duri. Verdini si sarebbe innanzitutto sccagliato contro Maria Rosaria Rossi. "Silvio, la signora Rossi pensa di potermi prendere per il c... . E neanche ti parlo di Giovanni Toti e Deborah Bergamini, perché non spreco il mio tempo. Ecco, io te lo dico una sola volta: o noi, o loro". A quel punto il Cavaliere si sarebbe infuriato: ""Sei tu che metti in giro la voce che sono ostaggio del cerchio magico. Ma io non sono rincoglionito come volete far credere a tutti". "Mi ha ferito", confiderebbe poi Verdini. "Mi ha deluso", avrebbe commentato Berlusconi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wilegio

    wilegio

    14 Marzo 2015 - 00:12

    Ma certo! Facciamo il patto del Nazareno a giorni alterni come le targhe, tanto per aumentare la credibilità e l'affidabilità di un partito già ai minimi storici e ormai allo sbando! Si fà fatica a capire chi sia più rincoglionito dei due.

    Report

    Rispondi

  • alfonso43

    13 Marzo 2015 - 16:04

    ecco un altro,che dopo essere vissuto sotto le ali di Berlusconi ricevendone ampia mugnificenza,si crede in diritto di pretendere ancora tanto a discapito di altri.Qui non si vive per il partito e quindi per gli elettori,ma solo per i propri interessi

    Report

    Rispondi

  • mimabel64

    13 Marzo 2015 - 14:02

    In galera i delinquenti come questi due

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media