Cerca

Candidato sindaco

Pd, primarie a Venezia: vince Felice Casson dell'area Civati, battuti Pellicani uomo di Cacciari e il renziano Molina

Pd, primarie a Venezia: vince Felice Casson dell'area Civati, battuti Pellicani uomo di Cacciari e il renziano Molina

Venezia dà uno schiaffo a Matteo Renzi e a Massimo Cacciari. In testa alle primarie Pd per le amministrative di fine maggio c'è infatti Felice Casson, senatore democratico "ribelle", pm e sostenuto da Pippo Civati. Sarà lui il candidato sindaco del centrosinistra, i 9.143 votanti nei 36 seggi lo hanno preferito con oltre il 55% agli altri due in lizza: il giornalista Nicola Pellicani, vicino all'ex sindaco Cacciari e sostenuto anche dai renziani, e l'outsider Jacopo Molina, avvocato e consigliere comunale anche lui vicino alla corrente renziana. I dem lagunari sono usciti con le ossa rotte dallo scandalo tangenti legate al Mose mentre il sindaco Giorgio Orsoni, rinviato a giudizio, è stato costretto a dimettersi lasciando l'amministrazione commissariata. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    16 Marzo 2015 - 14:02

    Questo è il motivo principale per cui Matteo cerca di evitare le elezioni come la peste! In Emilia è stato sfanculato dai suoi stessi elettori. A Roma, pur di evitare le forche caudine elettorali, a accettato la presenza dell'inguardabile Marino, eletto eroe dell'asnno nn si sa bene xchè! Le elezioni politiche sono programmate al 2018, pur in presenza di una sentenza della consulta!

    Report

    Rispondi

  • biban

    16 Marzo 2015 - 06:06

    come dicono in Veneto; Maria Vergine in che mane andemo! biban

    Report

    Rispondi

  • biban

    16 Marzo 2015 - 06:06

    come dicono in Veneto; Maria Vergine in che mane andemo! biban

    Report

    Rispondi

  • allianz

    16 Marzo 2015 - 03:03

    IL Pd può solo vincere dove ci sono grossi centri industriali come a marghera.Dalle altri parti prende solo mazzate.Può avere la fortuna di vincere quando non va a votare il 50%degli aventi diritto spacciando la vittoria come un grosso consenso popolare,quando avrebbero nemmeno il 20% dei suffragi.La date per le elezioni 31/01/02 vi dice nulla a tal proposito?Questi bastardi le studiano tutte.

    Report

    Rispondi

    • zhoe248

      16 Marzo 2015 - 09:09

      ma se la gente non capisce o non vuol capire o gli piace essere presa per i fondelli e rimane in poltrona invece di avvalersi dell'unico strumento a disposizione, sia pure calendarizzato per natale o ferragosto, merita poi di essere trattata come un inetto suddito da questi cialtroni lestofanti.

      Report

      Rispondi

      • allianz

        16 Marzo 2015 - 13:01

        Condivido,e i BASTARDI lo sanno benissimo.E su questo aspetto ci campano.

        Report

        Rispondi

blog