Cerca

Legittimo sospetto

Claudio Scajola: "Le dimissioni di Maurizio Lupi? Non vorrei che fossero un modo per regolare conti interni alla maggioranza"

Claudio Scajola

Maurizio Lupi si dimette: travolto dalle intercettazioni di un'inchiesta in cui non è indagato, molla il ministero delle Infrastrutture che, almeno per ora, passa nelle mani di Matteo Renzi e sotto alla regia di Palazzo Chigi. E del passo indietro di Lupi, con Il Tempo, ne parla Claudio Scajola, uno che di dimissioni se ne intende: infatti per due volte lasciò una squadra di governo. Sciaboletta esordisce: "Oggi alla prima buccia di banana si butta tutto al macero per liberare posti". Una frase sibillina. E se ancora non fosse chiaro, poi rincara: "Fa bene a lasciare? Difficile da dire. Di questi tempi le dimissioni vengono viste come un'ammissione di colpa, un brutto metodo per liberare posti". Insomma, Scajola ha un sospetto e non fa nulla per nasconderlo: "Da tempo in maggioranza si ritiene che Ncd abbia troppi ministri. Non vorrei che questa vicenda venisse usata per regolare conti interni. Non conosco le carte dell'inchiesta. Oggi però si fanno processi sommari in piazza e si preferisce il giustizialismo al garantismo. I soloni che predicano non guardano mai in casa propria". Un'accusa, quella di Scajola, che sembra rivolta in tutto e per tutto a Matteo Renzi. Un "processo", quello a Lupi, buono solo per liberare una poltrona di governo.Che

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • estremista

    20 Marzo 2015 - 16:04

    Al netto di quello che dice scajola, se mesi, anzi anni di intercettazioni al ministro delle infratrutture e trasporti (cioè chi gestisce le grandi opere) hanno portato a trovare la bellezza di un biglietto aereo regalato, un lavoro a 1000 euro al figlio, un abito regalato, ma nessuna tangente miliardaria significa che siamo un paese molto più onesto e virtuoso di quello che crediamo. saluti

    Report

    Rispondi

  • CARLINOB

    20 Marzo 2015 - 13:01

    Scajola : passato il periodo statistico in cui gli Italiani ricordano le malefatte , l'uomo o meglio il personaggi riemerge !! Gran brutta persona !! Ma cosa bisogna fare per mettere fuori gioco questi brutti personaggi , parassiti che hanno rovinato il pèaese!! Forse bisogna stenderli nel vero senso della parola !! Ecco che a questo punto non mi pubblicate più ! ma è così.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    20 Marzo 2015 - 12:12

    Ciò che mi ha lasciato più perplesso delle intercetazioni nn è tanto il clima di assoluto menefreghismo x il bene del paese e della comunità, cose già note. Nn è stato neanche il tentativo di trovare lavoro al figlio, cosa già vista! Quello che disgusta profondamente è l'assoluta incapacità e ignoranza del ministro. E se Lupi, che è un vecchio marpione, è così, figuratevi la Madia e la Boschi!!

    Report

    Rispondi

    • estremista

      20 Marzo 2015 - 16:04

      Quindi se il problema non è la corruzione ma l'incompetenza (ed io sono daccordo eh!), come mai il 40% degli italiani vota per il "rottamatore", il 20% per i signori "castacorruzionebruttacattiva" e un altro 15% per mister "europacattivaimmigratiamare"? Ovviamente la risposta è che ci crediamo peggio di quello che siamo e tira più un bastacasta o bastaeuro che una persona competente e qualificata.

      Report

      Rispondi

  • cheope

    20 Marzo 2015 - 11:11

    E' ovvio che si tratta di una manovra per liberare un posto di ministro ai fuoriusciti dei 5 stelle......... Sperando poi di far affluire altra gente (di loro) ed eliminare Alfano e company, a Lupi gli sta' bene è stato lui il maggior artefice della fuoriuscita da FI adesso viene ripagato con la stessa moneta. Alfano deve stare attento ....il prossimo è lui.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog