Cerca

Grandi manovre

Lega Nord, sei tosiani lasciano il gruppo in Camera e Senato: ecco chi sono

Lega Nord, sei tosiani lasciano il gruppo in Camera e Senato: ecco chi sono

La scissione in Veneto tra Flavio Tosi e Matteo Salvini si sposta a Roma. Sono sei i parlamentari veneti della Lega Nord che entreranno nel gruppo misto in polemica con la gestione dei lumbàrd: sono le senatrici Emanuela Munerato (Rovigo), Patrizia Bisinella (da Treviso, compagna del sindaco di Verona) e Raffaella Bellot (Belluno) e i deputati Roberto Caon (Padova), Emanuele Prataviera (Venezia) e Matteo Bragantini (Verona). La decisione, spiegano i tosiani, è stata "lunga e sofferta" dopo "un confronto con i nostri territori: "Riteniamo - recita la nota ufficiale - che l'espulsione del nostro segretario nazionale della Liga Veneta e il commissariamento di fatto del direttivo nazionale della Liga stessa, oltre che il disconoscimento delle legittime decisioni che erano state assunte in consiglio nazionale, siano state prese da via Bellerio in modo scorretto e illegittimo dal punto di vista statutario e politicamente non comprensibile". Secondo i secessionisti la Lega ha abbandonato la sua natura "autonomista e federalista" e soprattutto sembra aver dimenticato la svolta post-bossiana, rinunciando al dibattito interno: "Siamo stati tra i protagonisti della cosiddetta rivoluzione delle scope - rivendicano i sei tosiani - che tanto faticosamente aveva combattuto e sconfitto il cerchio magico che oggi constatiamo essere ritornato anche con altre figure e più virulento di prima".

Saltamartini in arrivo - "Auguri ai fuoriusciti, mi salutino Alfano", è la reazione ironica di Salvini, che ora dovrà fare i conti con un discreto rimescolamento delle carte parlamentari. Radio Transatlantico riferisce però del possibile arrivo nel gruppo leghista di Barbara Saltamartini, ex Pdl e Nuovo Centrodestra uscita polemicamente dal partito di Angelino Alfano e da settimane in procinto di passare tra le fila della Lega nel progetto Centro-Sud.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    27 Marzo 2015 - 07:07

    L' immagine del parlamento italiano: Una stalla con VACCA DA MUNGERE. Importante è starci dentro il più possibile.

    Report

    Rispondi

  • pietroferretti46

    27 Marzo 2015 - 00:12

    io so solo che se nel Veneto vince la Moretti, il popolo di centro-destra si infurierà. Pregate Dio........ Pietro Ferretti

    Report

    Rispondi

    • allianz

      28 Marzo 2015 - 00:12

      A parte la data in cui ci sarano le elezioni,a mio avviso studiata a tavolino,sentendo quello che i veneti pensano del venditore di pentolame c'è poco da stare allegri e sereni per il Pd.Buffoni.

      Report

      Rispondi

  • cuciz livio

    26 Marzo 2015 - 23:11

    Ma la gente che non crede più in un progetto,non pensa mai magari, di tornare a lavorare da comune cittadino? .......FATE SPARIRE IL GRUPPO MISTO!

    Report

    Rispondi

  • vivalabici

    26 Marzo 2015 - 18:06

    Se la Lega ha tradito le istanze autonomiste, indipendentiste, federaliste ecc ecc, questi sperano che andando col piddì le cose migliorino? Il piddì è un partito "del sistema" e non farà mai nemmeno la più piccola riforma in senso federalista:il federalismo ne svuoterebbe il potere che si basa sul controllo "dal centro" dei flussi di denaro pubblico! Questi vogliono solo poltrone!Alfano docet!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog