Cerca

Il futuro

Matteo Salvini, il piano per diventare sindaco di Milano

Matteo Salvini, il piano per diventare sindaco di Milano

Dietro l'accordo per le Regioni tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini c'è dell'altro. Ci sarebbe un accordo per le politiche (Salvini leader del centrodestra) ma se la legislatura dovesse durare a lungo come assicura Matteo Renzi,  Salvini si è aperto un'altra strada: la candidatura a sindaco di Milano. E l'altro giorno, durante la visita al campo rom, il leader leghista ha già fatto campagna elettorale spiegando che con un sindaco leghista non ci sarebbero campi rom. Se Salvini riuscisse a strappare la poltrona a Pisapia, Salvini sarebbe il naturale canddiato a succedere poi a Roberto Maroni quando quest'ultimo avrà concluso il secondo mandato.  O a prendere il posto di Matteo Renzi. Berlusconi ha accettato la proposta:  Salvini candidato sindaco a Milano oltre che Luca Zaia nel Veneto, ma ricevendo in cambio il via libera della Lega a Giovanni Toti in Liguria, l'assicurazione che il tentativo di costituzione della Lega al Sud non si appoggerà su forzisti delusi e fittiani, la fine delle ostilità verbali contro Forza Italia da parte di Salvini.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antari

    20 Aprile 2015 - 19:07

    bella spartizione, bravi, ma ribadisco il concetto: Salvini in vita e' uno che -- in sostanza -- non ha mai faticato.

    Report

    Rispondi

  • miraldo

    04 Aprile 2015 - 11:11

    La Lega di Salvini a parer mio può andare avanti da sola e sfondare anche al sud senza tanti inciuci con il cavalier Berlusca ora mai al tramonto.

    Report

    Rispondi

blog