Cerca

La novità

Politica, parte da maggio il finanziamento ai partiti con un sms o una telefonata

Politica, parte da maggio il finanziamento ai partiti con un sms o una telefonata

Dal prossimo maggio i partiti potranno raccogliere denaro grazie alle donazioni via sms e telefonate. I tesorieri dei partiti possono tirare un sospiro di sollievo: la quasi scomparsa del finanziamento ai partiti non sarà più un problema per le casse sempre più vuote delle forze politiche. Il piatto a cui possono puntare i partiti potrebbe essere di circa 60 milioni di euro in un anno. Solo le Onlus in 12 mesi ne raccolgono 30. Il 28 aprile il garante per le Comunicazioni deciderà sulla delibera che può aprire la strada agli sms in stile finanzimento Onlus. Oltre che ad organizzazioni che combattono la fame nel mondo e le malattie più aggressive, sarà possibile spedire messaggi del valore di 2 euro a numeri che cominceranno con il 499. Saranno poi gli operatori telefonici ad assegnare, su richiesta dei partiti, i numeri per ogni forza politica. Più ricco il piatto delle telefonate da fisso: con il telefono di casa si potranno donare fino a 10 euro.

La trappola - Mandare un sms per errore capita a tanti ogni giorno. Se poi il messaggio viene a costare un paio di euro potrebbe anche risultare fastidioso, soprattutto se ci si pente amaramente della donazione, magari il giorno in cui il partito finanziato decide un'alleanza sgradita all'elettore-finanziatore. C'è una procedura per riottenere i soldi che però deve passare dagli operatori telefonici. Entro 30 giorni dal pagamento si può reclamare la restituzione con una lettera o un'email. Sperando che l'assistenza clienti funzioni regolarmente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    05 Aprile 2015 - 18:06

    MANCO PER LE PALLE DI MIO NONNO IN CARRIOLA.piuttosto ci vado a put*++ne,ma ancora soldi a quei ladri bastardi proprio no.Vadano tutti aff*c**lo.

    Report

    Rispondi

blog